Domenica 14 Aprile 2024

Svolta per Assange. Può tornare libero grazie al patteggiamento

L'amministrazione Biden valuta un accordo con Julian Assange per un reato minore, evitando l'estradizione negli USA e aprendo la strada alla libertà.

Svolta per Assange. Può tornare libero grazie al patteggiamento

Svolta per Assange. Può tornare libero grazie al patteggiamento

Un patteggiamento con una dichiarazione di colpevolezza per un reato meno grave: è l’exit strategy dell’amministrazione Biden per mettere fine alla spinosa vicenda politico-giudiziaria di Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks che nel 2010 pubblicò decine di migliaia di documenti classificati legati alla sicurezza nazionale americana, una delle più colossali e imbarazzanti fughe di notizie della storia. Il dipartimento di Giustizia americano sta valutando l’ipotesi di un accordo in base al quale Assange si dichiarerebbe colpevole di cattiva gestione di informazioni classificate, un reato minore rispetto alla cospirazione finalizzata a violare la legge sullo spionaggio. Un’intesa gli eviterebbe l’estradizione da Londra negli Usa, spianandogli la strada verso la libertà. Il fondatore di WikiLeaks potrebbe patteggiare da remoto, senza mettere piede negli Stati Uniti, e probabilmente sarebbe scarcerato poco dopo, considerando i 5 anni già scontati nella capitale britannica. Secondo il Wall Street Journal, il primo a rivelare la notizia, discussioni preliminari sarebbero in corso da mesi tra i procuratori americani e gli avvocati di

Assange.