Martedì 18 Giugno 2024

Qatargate, Parlamento Ue revoca immunità a eurodeputati Cozzolino e Tarabella

Parere favorevole dopo il voto dell'Eurocamera. Tarabella: "Sono innocente, risponderà ad attacchi della stampa". Legali Cozzolino: "Estraneo ai fatti"

Roma, 2 febbraio 2023 - Il Parlamento europeo ha espresso parere favorevole per la revoca dell'immunità agli eurodeputati Andrea Cozzolino e Marc Tarabella, che, secondo gli inquirenti di Bruxelles, potrebbero essere coinvolti nel Qatargate. Il voto dell'Eurocamera è avvenuto per alzata di mano. Tarabella, presente in Aula, ha votato a favore della perdite delle guarentigie che impediscono alla giustizia di un Paese membro di mettere in stato di fermo un membro del Parlamento europeo. La procedura, iniziata a gennaio, sarà completata quando la decisione verrà formalmente comunicata ai deputati interessati e alle autorità richiedenti. A quel punto il giudice istruttore Michel Claise potrà procedere come crede; finora il Claise ha usato ato la detenzione preventiva per i quattro principali sospettati, Pier Antonio Panzeri, Eva Kaili, Francesco Giorgi e Niccolò Figà Talamanca, tutti in carcere da quasi due mesi.

Il voto dell'Eurocamera sulla revoca dell'immunità a Tarabella e Cozzolino (Ansa)
Il voto dell'Eurocamera sulla revoca dell'immunità a Tarabella e Cozzolino (Ansa)

Tarabella: "Sono innocente, nulla da rimproverarmi"

"Ho votato a favore, ora la giustizia farà il suo lavoro", ha commentato Tarabella dopo il voto a Bruxelles. "Ho chiesto la revoca dell'immunità fin dai primi giorni di questo caso per poter rispondere alle domande degli inquirenti e aiutare il sistema giudiziario a fare luce su questo caso. Per rispetto alle autorità giudiziarie e al lavoro dell'inchiesta, mi sono astenuto dal commentare le accuse della stampa. La tentazione di rispondere è stata forte, soprattutto perché sono innocente, ma non mi sono ancora espressa e non lo farò nemmeno oggi per riservare la prima parte delle mie spiegazioni al giudice. In ogni caso, sappiate che non ho nulla da rimproverarmi. Avrò la possibilità di esprimermi e così potrò rispondere agli attacchi della stampa".

Cozzolino, legali: "Estraneo ai fatti"

Cozzolino, che ha assistito da casa alla seduta plenaria dell'Eurocamera, attraverso i suoi legali Federico Conte, Dezio Ferraro, Dimitri De Becó, ha rivendicato la sua "estraneità" ai fatti ed è pronto a difendersi "in tutte le sedi, come ha già fatti innanzi alla Commissione, perché possa essere accertata la verità". "Il Parlamento europeo ha rinunciato ad affrontare, finanche nel dibattito - attaccano gli avvocati di Cozzolino -, una questione cruciale per la sua stessa autonomia e indipendenza, pur trovandosi al cospetto di una iniziativa giudiziaria che nasce dall'opaca attività di intelligence".