Venerdì 21 Giugno 2024

Nigel Farage (Mr Brexit) si candida alle elezioni in Gran Bretagna: perché è un’insidia per Sunak

“Ho cambiato idea. Mi presenterò a queste elezioni”, ha dichiarato il leader di Reform Uk, cogliendo tutti di sorpresa per la competizione elettorale del 4 luglio. Ecco quali sono i suoi obiettivi

Londra, 3 giugno 2024 – Nigel Farage – Mr Brexit -, sarà candidato alle elezioni politiche che si terranno in Gran Bretagna il mese prossimo. “Ho cambiato idea. Mi presenterò a queste elezioni”, ha dichiarato il leader di Reform Uk, precisando che correrà nel collegio di Clacton, nell’Essex, e dando appuntamento ai giornalisti per l’inizio della campagna elettorale “domani a mezzogiorno” nella cittadina costiera.

Nigel Farage, Mr Brexit, si candida alle elezioni politiche in Gran Bretagna
Nigel Farage, Mr Brexit, si candida alle elezioni politiche in Gran Bretagna

Farage, che in precedenza aveva sempre escluso di candidarsi, ha spiegato di voler ottenere un risultato migliore dei quattro milioni di voti ottenuti quando era alla guida dell’Ukip nel 2015.

Secondo il ‘volto’ della campagna per la Brexit, la sua candidatura non intende sottrarre voti ai conservatori, ma ai laburisti. Per il seggio di Clacton, Farage dovrà vedersela con Matthew Bensilum (liberaldemocratici), Natasha Osben (Verdi), Jovan Owusu-Nepaul (Labour) e Giles Watling (Tory).

Chi è Nigel Farage

Farage, 60 anni, che ha già tentato senza successo sette volte di farsi eleggere come deputato. “Non posso deludere questi milioni di persone”, ha aggiunto, affermando che tanti l’hanno contattato in tutto il Paese per chiedergli di candidarsi. Farage è salito alla ribalta nel 2016 durante il referendum sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, per il quale ha fatto una strenua campagna. Ex eurodeputato dalla personalità divisiva, è attualmente presentatore del canale televisivo conservatore GB News, piattaforma che gli garantisce popolarità tra gli elettori conservatori.

Perché Farage è un’insidia per Sunak

Un tempo sospettato di voler riunire i Tories, alcuni esponenti dei quali non hanno fatto mistero della loro simpatia per lui, ha sottolineato che “qualcosa sta accadendo” a favore di Reform UK, insidiando il Labour, guidato da Keir Stamer, e i Tories, guidati dal primo ministro Rishi Sunak. Secondo l’ultimo sondaggio di YouGov, il partito ha ora il 15 per cento dei voti, a soli cinque punti dai conservatori e ben davanti ai liberaldemocratici, tradizionale terza forza politica del Paese. Malgrado il Labour abbia una netta prevalenza nelle intenzioni di voto a un mese dalle elezioni, Farage ha dichiarato di voler attrarre “milioni di elettori” per garantire che il partito laburista vinca con un margine “molto più ristretto” di quanto previsto dai sondaggi.