Lunedì 22 Aprile 2024

Navalny, in centinaia anche oggi alla tomba del dissidente. La polizia perquisisce tutti i presenti

Gli agenti non starebbero tuttavia impedendo le visite. Timmermans: “Chi sta andando è un eroe, siamo dalla loro parte”

Mosca, 2 marzo 2024 – La folla che intende dare l’ultimo saluto ad Alexei Navalny non si è esaurita ieri con le migliaia di persone accalcate di fronte alla chiesa dell’Icona della madre di Dio per il funerale. In centinaia si stanno presentando oggi al cimitero di Borisovskoye di Mosca, dove il dissidente è stato tumulato alla fine delle esequie. Ieri avrebbe dovuto chiudere alle 17, ma è stato tenuto aperto fino alle 22.30. La situazione sembrerebbe tranquilla: sebbene le forze di polizia stiano perquisendo attentamente coloro che arrivano, diversi messaggi su chat di Telegram confermano che non stanno interferendo con le visite, permettendo di stare in piedi accanto alla tomba senza limiti. Il clima non è stato altrettanto rilassato in altre città: in tutta la Russia ieri si sono registrati più di cento arresti, localizzati soprattutto a Novosibirsk, Omsk e Ekaterinburg. 

Parte della folla in visita alla tomba di Navalny (Ansa)
Parte della folla in visita alla tomba di Navalny (Ansa)

Tra i visitatori di questa mattina al cimitero c’è stata anche la madre del dissidente, Lyudmila Navalnaya, che nelle settimane scorse si era recata personalmente a chiedere la salma del figlio nella colonia penale in Siberia nella quale è deceduto. Con lei la consuocera, Alla Abrosimova, madre della moglie di Navalny, Yulia, anche lei recentemente in prima fila per denunciare i crimini del regime di Putin e per “continuare il progetto” del marito. La donna, i figli e il fratello del politico non hanno potuto prendere parte al funerale né visitare la tomba, in quanto vivono all’estero e temono ripercussioni qualora tornassero in Russia. 

Approfondisci:

I funerali di Navalny. In migliaia a Mosca: "Putin è un assassino, la Russia sarà libera"

I funerali di Navalny. In migliaia a Mosca: "Putin è un assassino, la Russia sarà libera"

I cittadini che hanno partecipato alle esequie e che si stanno recando al loculo di Navalny sono stati lodati al congresso della Pse che si sta tenendo oggi a Roma. “Sono degli eroi: vivono in un regime oppressivo, autocratico, ma noi siamo dalla parte dei cittadini russi fino alla fine”, ha dichiarato il leader dei socialisti olandesi Frans Timmermans

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui