Lunedì 15 Aprile 2024

Una rete di satelliti per spiare la Terra, il nuovo progetto di Musk per gli Stati Uniti

Siglato un contratto da 1,8 miliardi di dollari tra SpaceX e un’agenzia di intelligence americana. Sarà una tecnologia persistente, pervasiva e rapida. Una fonte: “Nessuno potrà sfuggirle”

Lancio starship

epa10982357 The SpaceX mega rocket Starship takes off from a test base Boca Chica, Texas, USA, 18 November 2023. This is the second attempt to test mega rocket Starship. EPA/ADAM DAVIS

Roma, 16 marzo 2024 – "Nessuno potrà sfuggirle”, la sua sarà una copertura persistente, pervasiva e rapida delle attività sulla Terra. E’ la nuova frontiera dei satelliti spia firmata SpaceX. Il progetto per una cifra complessiva di 1,8 miliardi di dollari prevede la costituzione di una rete composta da centinaia di satelliti spia per gli Usa. Il contratto è stato firmato nel 2021 dal colosso di Elon Musk con una delle agenzie di intelligence americana. L'indiscrezione della Reuters mostra i legami sempre più stretti tra il tycoon e il governo americano, ma anche i significativi investimenti del Pentagono in sistemi satellitari a bassa orbita terrestre per aiutare e sostenere le attività delle forze sul terreno. Se il programma a cui SpaceX sta lavorando avrà successo, il dipartimento della Difesa vedrà aumentare notevolmente le sue capacità, arrivando a individuare rapidamente potenziali target pressoché ovunque nel mondo. 

Dopo mesi di tensioni e scontri alla luce del sole, l'intelligence americana sembra aver acquisito una maggiore fiducia in Musk, l'eccentrico miliardario convinto sostenitore della libertà di parola che si è ripetutamente scontrato con il governo americano su Starlink all'Ucraina. Capace in un batter d'occhio di decidere da solo lo stop dell'accesso a internet attraverso i suoi satelliti per un cliente o un intero Paese,

Musk è ormai un tassello sempre più importante per l'intelligence americana. Le sue società sono infatti le uniche a garantire un servizio capillare e affidabile e neanche l'offensiva spaziale del miliardario rivale Jeff Bezos con Blue Origin ha avuto successo nel fermare il suo dominio nello spazio.