Venerdì 12 Aprile 2024

Missile lanciato dagli Houthi centra una nave cargo: morti e feriti. I marinai nelle scialuppe di salvataggio. Raid Usa e Gb in Yemen

La True Confidence è stata colpita a sud ovest di Aden. Partiti i soccorsi. I ribelli yemeniti hanno rivendicato l’attacco. Armatore: nessun legame con Usa, Gb e Israele, partita dalla Cina e diretta a Gedda. In serata caccia Usa e Gb hanno bombardato l’aeroporto di Hodeidah, nello Yemen

Roma, 6 marzo 2024 - Un missile Houthi ha centrato una nave cargo battente bandiera delle Barbados a sud-ovest della città portuale di Aden. Nell'esplosione avvenuta a bordo della True Confidence hanno perso la vita due persone (Le prime vittime dei raid dei ribelli yemeniti, ndr), sei sono feriti, di cui 4 gravemente ustionati. La nave è gravemente danneggiata ed è stata abbandonata. L'agenzia per la sicurezza marittima Ukmto su X ha riportato la segnalazione di un "incidente", a 54 miglia a sud ovest di Aden. In serata gli stesi Houthi hanno denunciato raid di caccia Usa e Gb sull’aeroporto di Hodeidah nello Yemen.

La nave True Confidence
La nave True Confidence

I marinai nelle scialuppe

L'armatore ha confermato l'attacco di un missile lanciato dai ribelli yemeniti e l’incendio divampato a bordo. In tutto sulla True Confidence erano imbarcati 20 uomini di equipaggio e tre guardie armate. Le operazioni di soccorso sono già scattate ha reso noto la società di sicurezza marittima Ambrey, precisando che la nave cargo "ha subito danni" e "l'equipaggio è già nelle scialuppe di salvataggio". I primi soccorsi potrebbero arrivare da una nave militare della Marina indiana lì vicino, fa sapere Ambrey.

La rivendicazione Houthi

Il portavoce dei ribelli yemeniti ha rivendicato l'attacco: "Abbiamo effettuato un attacco contro una nave americana nel Golfo di Aden con missili navali e il colpo è stato preciso. Abbiamo attaccato la nave americana dopo che il suo equipaggio ha respinto i nostri avvertimenti. Rinnoviamo l'allerta a tutte le navi affinché rispondano agli appelli delle nostre forze navali. Gli equipaggi delle navi prese di mira devono partire rapidamente dopo il primo avvertimento".

Nessun legame con Usa, Gb e Israele

Nella rivendicazione gli Houthi sostengono di aver colpito una "nave americana", ma il portavoce della compagnia greca ha precisato che la nave non ha "legami con alcuna entità statunitense". La True Confidence è di proprietà della True Confidence Shipping SA, registrata a un indirizzo in Liberia, e gestita dalla Third January Maritime Ltd in Grecia. Prima ancora era stata di proprietà della Oaktree Capital Management, con sede negli Stati Uniti, fa sapere la Bbc online.

L'equipaggio era composto da un indiano, 4 vietnamiti e 15 filippini. Le tre guardie armate erano due dello Sri Lanka e una del Nepal. La nave era diretta a Gedda, in Arabia Saudita, dopo essere partita da Lianyungang, in Cina, e trasportava un carico di prodotti siderurgici e camion, ha concluso il portavoce, quindi escludendo legami con  Usa, Gb e Israele.

In serata raid Usa e Gb in Yemen

Non si è fatta attendere molto la risposta di Usa e Gb agli ultimi attacchi degli Houthi: i caccia di Washington e Londra hanno colpito l'aeroporto di Hodeidah nello Yemen. Ne dà notizia la televisione al Masirah degli Houthi, citata dal Times of Israel. Mancano ancora le conferme occidentali. Gli Stati Uniti oggi avevano dichiarato di ritenere gli Houthi responsabili dell’attacco compiuto contro la True Confidence nel Golfo di Aden, in cui sono morti due marinai, le prime vittime nei recenti attacchi nel Mar Rosso.