Venerdì 21 Giugno 2024

Crolla palazzo a Marsiglia: “Ci sono vittime”. Corsa contro il tempo per trovare superstiti

Giù un condominio di 4 piani: incendio ostacola le ricerche. “Sotto le macerie da 4 a 10 persone”. Evacuati in 179

Marsiglia, 9 aprile 2023 –  Almeno sei persone sono rimaste ferite a Marsiglia nel crollo di un palazzo di quattro piani. Ma le autorità si aspettano di dove registrare vittime. Sotto le macerie potrebbero trovarsi fino a 10 persone.  “Sembra che quattro persone fossero lì per certo, non sappiamo se siano vive o morte”, ha reso noto il ministro degli Esteri francese, Gerald Darmanin, arrivato questa mattina in città. Sono al momento 179 le persone fatte evacuare da una trentina di immobili nell’area del rogo. La maggior parte ha trovato sistemazioni da amici e parenti. 

Cosa è successo

Il crollo è avvenuto nel centro della città, al numero 17 di rue Tivoli, intorno a mezzanotte e quaranta.  “Un boato, pensavamo fosse esplosa una macchina – racconta un residente della zona ai giornali francesi -. Poi abbiamo visto il palazzo crollare”. Dopo il cedimento è scoppiato un’incendio che ha ostacolato i soccorsi e la ricerca dei superstiti. Ancora nel primo pomeriggio, con il rogo non ancora del tutto domato, le unità cinofile dei soccorritori non riuscivano a intervenire tra le macerie. “C’è troppo fumo, non riescono a operare, riferiscono i media locali. 

Delle persone coinvolte nel disastro "sei sono state ricoverate, bisogna prepararsi ad avere delle vittime", ha dichiarato in mattinata il sindaco della città francese, Benoit Payan. Undici in tutto le persone evacuate dallo stabile. 

Alle 7.45 un ulteriore crollo ha interessato l’edificio adiacente, al civico numero 5, già sgomberato dalle forze dell’ordine. 

Non si conosce ancora la causa. “C’è stata come un'enorme esplosione”, ha detto un testimone, che però sarebbe avvenuta successivamente al cedimento. Poi le fiamme hanno avvolto il palazzo. 

I marsigliesi si ricordano bene il crollo in via d'Aubagne di due edifici in un altro quartiere del centro, Noailles, nel novembre 2018: allora ci furono 8 morti. Erano palazzi che versavano in gravi condizioni di insalubrità, in una città dove le ong stimano che 40.000 persone vivono in baraccopoli. 

Macron

Il presidente Emmanuel Macron oggi ha espresso vicinanza alla popolazione di Marsiglia colpita dal crollo. "Penso alle persone colpite e ai loro cari", ha scritto il capo dello Stato transalpino su Twitter. "Le ricerce stanno continuando con risorse significative dispiegate. Grazie ai vigili del fuoco e ai servizi di emergenza mobilitati", ha aggiunto.