Lunedì 17 Giugno 2024

"Mamma mi hai fatto perdere l'aereo". Coppia sale sul volo e lascia il bimbo al check-in

La storia tutt'altro che comica accaduta in Israele. I genitori senza biglietto per il figlio sono partiti senza di lui. Accertamenti della polizia

Ryanair

Ryanair

Tel Aviv, 2 febbraio 2023 - "Mamma mi hai fatto perdere l'aereo", sembrerebbe il titolo di questa storia non proprio tanto da ridere. E' quanto accaduto in Israele, dove una coppia ha abbandonato il proprio bambino al banco del check-in dell'aeroporto di Tel Aviv dopo esservi arrivata senza il biglietto per il figlio. Non è ancora chiaro se la 'dimenticanza' del biglietto sia stata volontaria, di sicuro lo è stata la decisione di lasciare il figlio lì e partire lo stesso come nulla fosse. Gli accertamenti sono affidati alla polizia, allertata dalla compagnia aerea Ryanair

I due viaggiatori stavano effettuando il check-in all'aeroporto internazionale Ben Gurion per un volo Ryanair con destinazione Bruxelles, con il loro neonato. Ma è emerso che il bambino non aveva il biglietto e la coppia si è imbarcata sul volo, lasciandolo al banco del check-in della compagnia aerea. La questione è stata segnalata alla polizia, ha detto una portavoce di Ryanair alla Cnn: "Questi passeggeri - ha scritto la compagnia aerea - che viaggiavano da Tel Aviv a Bruxelles il 31 gennaio, si sono presentati al check-in senza una prenotazione per il loro bambino. Hanno quindi proceduto ai controlli di sicurezza lasciando il bambino. L'addetto al check-in all'aeroporto Ben Gurion ha contattato la sicurezza aeroportuale, che è risalita ai passeggeri, e ora la questione è di competenza della polizia".

Secondo le regole Ryanair, i neonati possono essere inclusi nella prenotazione di un volo durante il processo di registrazione online. Per i piccoli è previsto un addebito di 25 euro o l'equivalente in valuta locale per tratta, se durante il viaggio il bambino è seduto sul grembo di un adulto. Altrimenti, dev'essere pagato un posto anche per lui, se i genitori vogliono che il figlio viaggi su un apposito seggiolino.