Martedì 11 Giugno 2024

Louisiana, nessuna pietà: castrazione chirurgica per chi abusa di minori

Il testo di legge è stato approvato da camera e senato a larga maggioranza. La pena sarà applicata ai condannati dal primo agosto. “Questa legge è un passo avanti e va oltre il solo mettere dentro e fuori dal carcere una persona incriminata"

Castrazione chirurgica in Louisiana per chi abusa di minori di 13 anni

Castrazione chirurgica in Louisiana per chi abusa di minori di 13 anni

Roma, 3 giugno 2024 - La castrazione chirurgica per chi abusa di minori di 13 anni, è il testo di legge approvato a larga maggioranza di entrambe le camere, guidate dai Repubblicani, in Louisiana. Nonostante il voto contrario dei Democratici alla Camera è passata con 74 voti a favore contro 24 contrari e al Senato 29 a 9. Infatti anche qualche senatore democratico è vaforevole, come Regina Barrow che ha spinto perché la castrazione chirurgica per coloro ritenuti colpevoli abusi, dallo stupro all'incesto alle molestie, a minori di 13 anni. Una pena pesante, che però non sarà automatica ma decideranno di volta in volta i giudici.

In altri Stati si è puntati sulla castrazione chimica, e la stessa Lousiana prevedeva già quella chirurgica, ma solo se il condannato era consenziente. Ora la nuova procedura molto invasiva è destinata a creare reazioni contrastanti nell'opinione pubblica. Valarie Hodges, senatrice repubblicana non ha dubbi: "Questa legge è un passo avanti e va oltre il solo mettere dentro e fuori dal carcere una persona incriminata".

In Louisiana sono in prigione per reati sessuali previsti dal nuovo testo 2.224 persone, ma a rischiare la castrazione chirurgica saranno solo, se il testo diventerà legge, coloro che verranno condannati a partire dall'1 agosto di quest'anno.

La Barrow intervistata ha detto ai media di sperare ancora nel rischio di castrazione chimica come deterrente sufficiente verso questi orribili crimini. "Parliamo di bambini che vengono violentati da qualcuno. Non c'è giustificazione". Solo i condannati minori di 17 anni non rientreranno nella castrazione chirurgica. Inoltre la senatrice ha affermato che questa pratica dissuasiva non andrebbe solo associata agli uomini, ritenendo che potrebbe essere applicata anche alle donne.

Chi si rifiuterà di sottoporsi all'intervento, dopo la decisione di un giudice, vedrà la propria pena aggravarsi da tre a cinque anni. In Louisiana la castrazione chimica c'è dal 2008, ma finora sono pochi i condannati che sono stati sottoposti a questa procedura.