Giovedì 23 Maggio 2024

Iran: "Sviluppato missile cruise a lungo raggio. Usa ed Europa non ci sfidino"

Il comandante della Forza aerospaziale del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica: "Possiamo colpire una portaerei americana. E stiamo tentando di uccidere Trump"

Amir Ali Hajizadeh, comandante della Forza aerospaziale iraniana (Ansa)

Amir Ali Hajizadeh, comandante della Forza aerospaziale iraniana (Ansa)

Teheran, 25 febbraio 2023 - Non solo il conflitto in Ucraina. Venti di guerra spirano anche dall'Iran, che ha fatto sapere di aver sviluppato un missile da crociera a lungo raggio con una gittata di 1.650 chilometri. Nel dare l'annuncio il comandante della Forza aerospaziale del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica, Amir Ali Hajizadeh, ha anche avvertito Europa e Usa di "non mettere alla prova" Teheran.

"Ora siamo in grado di colpire portaerei statunitensi anche a 2.000 chilometri di distanza", ha minacciato Hajizadeh, citato dalla tv di Stato iraniana, ribadendo l'intenzione di vendicare l'uccisione del capo delle Forze Quds, Qassem Soleimani, da parte degli Stati Uniti. "A Dio piacendo, stiamo cercando di uccidere Trump, Pompeo e McKenzie".

Il nuovo missile cruise, ha detto l'alto ufficiale dei Pasdaran, si chiama 'Paveh'. Il governo di Teheran ha ampliato il suo programma missilistico, in particolare i suoi missili balistici, sfidando l'opposizione degli Stati Uniti e le espressioni di preoccupazione dei Paesi europei. "L'Iran svelerà presto i suoi missili ipersonici capaci di raggiungere la velocità di Mach 12 e 13", cioè 12 o 13 volte la velocità del suono. "Le basi militari americane nella regione sono ora sotto monitoraggio e possiamo colpirle in qualunque momento se necessario. Sono come carne sotto i nostri denti", ha detto ancora Hajizadeh

Inoltre l'Iran, già oggetto di sanzioni, desta preoccupazione presso le potenze occidentali che l'accusano di rifornire di droni kamikaze e missili la Russia, aiutandola nella sua invasione dell'Ucraina. Il Parlamento europeo ha di recente incluso i Guardiani della Rivoluzione iraniani (Pasdaran) nella lista delle organizzazioni terroristiche.