Lunedì 17 Giugno 2024

Iran alle strette dopo quarant’anni di sanzioni

L'incidente all'elicottero del presidente iraniano potrebbe essere dovuto alla difficoltà nel reperire pezzi di ricambio a causa delle sanzioni internazionali, evidenziando gli effetti dell'embargo sull'economia iraniana.

Iran alle strette dopo quarant’anni di sanzioni

Iran alle strette dopo quarant’anni di sanzioni

L’incidente all’elicottero del presidente iraniano Ebrahim Raisi, un Bell-412 di fabbricazione statunitense, probabilmente un lascito dell’Iran dei tempi dello Scià, potrebbe essere una spia degli effetti delle sanzioni internazionali che negli ultimi anni hanno ripreso a stringere l’economia iraniana. Rendendo difficile anche, nel piccolo, il reperimento di pezzi di ricambio essenziali per la manutenzione di velivoli, perfino di quelli in dotazione al presidente.

L’Iran è sottoposto a sanzioni dal 1984; nel complesso, negli ultimi anni è stato il Paese più colpito dall’embargo economico al mondo, prima di cedere il primato, in ondate successive, alla Russia, dopo l’invasione del l’Ucraina nel febbraio del 2022. Uno degli effetti di questa pressione è stato il lancio della cosiddetta "economia di resistenza", concepita come manifesto ideologico dalla Guida Suprema Ali Khamenei fin dal 2007. Il secondo effetto è stata l’intensificazione della cooperazione economica con la Cina e anche con la Russia.