Guerra in Medio Oriente, attentato a Gerusalemme. Tra le vittime una 24enne incinta. “Hamas potrebbe restituire oggi 3 cadaveri”

Appello a “un’escalation della resistenza”. Il ministro israeliano: “Violata la tregua”. Morto un ostaggio di 27 anni rapito al rave. Israele ha ricevuto la nuova lista di ostaggi da liberare oggi.  Blinken è a Tel Aviv per la sesta volta

Roma, 30 novembre 2023 – Israele si aspetta di ricevere stasera da Hamas anche i corpi senza vita di tre israeliani. Lo riferisce Canale 13, precisando che la loro identità non è stata resa nota. I cadaveri potrebbero essere quelli del piccolo Kfir e della sua famiglia.

Oggi, nonostante la tregua, a Gerusalemme sono state uccise tre persone, compresa una ragazza di 24 anni incinta, in un attentato rivendicato da Hamas. 

L’organizzazione militare ha lanciato un appello a “un’escalation della resistenza” contro Israele. Il ministro israeliano ha detto che è stata “violata la tregua”.

Il piccolo Kfir con la sua famiglia
Il piccolo Kfir con la sua famiglia

Lo stato ebraico ha ricevuto una nuova lista di 10 ostaggi che saranno liberati oggi dal movimento islamista. Nella notte invece è stato liberato un nuovo gruppo di 30 prigionieri palestinesi, tra cui la 22enne pasionaria Tamimi. Il presidente Joe Biden afferma che gli Usa sono “determinati a garantire il rilascio di ogni ostaggio” preso da Hamas che ieri ha liberato altre 16 persone catturate il 7 ottobre. Blinken è arrivato in Israele, mentre la marina americana ha abbattuto un drone Houthi sul Mar Rosso.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

Le ultime notizie

20:59
Blinken chiede a Israele zone sicure per i civili a Gaza

"L'obiettivo immediato dell'amministrazione Biden è lavorare con i nostri partner per prolungare la pausa" nei combattimenti tra Israele e Hamas, in modo che più ostaggi possano uscire da lì. Lo ha detto il segretario di Stato Antony Blinken in conferenza stampa all'ambasciata americana a Gerusalemme. Gli Usa hanno ribadito a Israele la necessità di mettere in atto piani per ridurre ulteriormente le vittime civili prima di operare nel sud di Gaza, come la creazione di aree sicure per i palestinesi. "Il modo in cui Israele si difende è importante. Come ho detto al primo ministro, le intenzioni contano, ma lo sono anche i risultati".

20:20
Casa Bianca: "Contrari a un cessate il fuoco permanente"

"Noi non sosteniamo un cessate il fuoco permanente". Lo ha detto John Kirby, portavoce per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca, rispondendo alle domande dei giornalisti nel briefing quotidiano sul conflitto a Gaza. "A ora - ha aggiunto - noi sosteniamo l'idea di pause umanitarie, e vorremmo vedere questa pausa di sette giorni diventare di otto, nove, dieci giorni e oltre, ma alla fine questo non porterà Israele e Hamas a trovare un accordo sulla base del prolungamento della pausa".
 

19:33
Haaretz, presto il rilascio di 8 ostaggi e 3 corpi senza vita

E' atteso a momenti il rilascio da parte di Hamas di altri 8 ostaggi israeliani che dovrebbe essere consegnati alla Croce Rossa e poi trasferiti in Israele. Lo riporta Haaretz secondo cui sarebbero in corso negoziati anche per il rilascio di tre corpi israeliani tenuti a Gaza. La loro identità non è stata resa nota. Anche se potrebbe trattarsi dei tre ostaggi uccisi della famiglia Bibas, la mamma Shiri e i figli Ariel di 4 anni e il piccolo Kfir di 10 mesi. Hamas aveva precedentemente rilasciato due israeliani, Mia Schem di 21 anni (che ha anche la cittadinanza francese) e Amit Soussana di 40 anni, che erano arrivati in Israele

19:16
Stati Uniti: "Israele ha il diritto di combattere Hamas"

"Continuiamo a credere che Israele abbia il diritto e la responsabilità di perseguire Hamas": lo ha dichiarato il portavoce del Consiglio per la Sicurezza nazionale, John Kirby.  "Hanno chiaramente detto che quando queste pause umanitarie saranno finite intendono riprendere le operazioni, e continueranno ad avere l'appoggio degli Stati Uniti", ha concluso Kirby.

18:21
"Hamas potrebbe restituire oggi 3 cadaveri"

Israele si aspetta di ricevere stasera da Hamas anche i corpi senza vita di tre israeliani. Lo riferisce Canale 13, precisando che la loro identità non è stata resa nota. Oltre alle due donne già liberate nel pomeriggio, la tv sottolinea che ci si aspetta anche il rilascio di almeno altri 6 ostaggi.

13:50
Netanyahu a Blinken: distruggeremo Hamas

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al segretario di Stato Usa Antony Blinken "che abbiamo giurato, e io ho giurato, di distruggere Hamas. Niente ci fermerà": lo ha affermato lo stesso primo ministro israeliano a conclusione del colloqui con il capo della diplomazia americana, in cui ha ribadito che la guerra a Gaza continuerà finché 
Israele non libererà tutti i suoi ostaggi, non sconfiggerà Hamas e garantirà che nessuna minaccia simile verrà mai più posta da Gaza. Lo riporta Times of Israel.  Netanyahu ha sottolineato che l'incontro è avvenuto poco dopo l'uccisione di tre israeliani in un attacco terroristico a Gerusalemme rivendicato da Hamas. "Questo è lo stesso Hamas. È lo stesso Hamas che ha commesso il terribile massacro del 7 ottobre, lo stesso Hamas che cerca di assassinarci ovunque". 

13:25
La vittima 24enne era incinta

Livia Dickman, 24 anni, uccisa questa mattina nell'attentato a Gerusalemme, era incinta. Lo riporta Ynet.

12:46
Ben Gvir: violata la tregua

Il ministro della Sicurezza nazionale israeliano Itamar Ben Gvir ha affermato che la rivendicazione da parte di Hamas dell'attacco terroristico di oggi a Gerusalemme, in cui sono morti tre civili, significa che é stato violato il cessate il fuoco. "Con una mano Hamas firma il cessate il fuoco, con l'altra manda i terroristi a uccidere gli ebrei a Gerusalemme", ha detto il ministro citato da The Times of Israel. "Questo non è un cessate il fuoco, ma piuttosto una continuazione della concezione di contenimento degli attacchi terroristici e di concessione che ci ha portato all'uccisione di persone, che dà a Sinwar, leader di Hamas a Gaza, la speranza di poter uscire da questo conflitto prendendo il sopravvento", ha continuato, "dobbiamo smettere di fare accordi con il diavolo e tornare immediatamente alla lotta, con rara forza".

11:53
Hamas rivendica l'attentato a Gerusalemme

Hamas rivendica in un comunicato l'attacco a Gerusalemme che ha ucciso tre israeliani, lanciando un appello a un "escalation della resistenza" contro Israele. "Questa operazione è una risposta naturale ai crimini senza precedenti dell'occupante nella Striscia di Gaza e contro i bambini di Jenin", si legge in una nota. 

11:48
Egitto e Qatar spingono per altri 2 giorni di tregua

I negoziatori egiziani e qatarioti stanno spingendo per ottenere una nuova estensione di due giorni del cessate il fuoco a Gaza e per il rilascio di altri prigionieri, secondo fonti del Cairo. Lo riporta Haaretz.

11:24
Idf: attentato sul Giordano contro due soldati

L'esercito israeliano ha confermato che l'incidente avvenuto oggi a Beqaot (valle del Giordano) è stato un attentato. Due militari, ha aggiunto, sono rimasti feriti in modo leggero quando un veicolo li ha travolti. L'assalitore "è stato neutralizzato" e l'esercito sta setacciando la zona alla ricerca di possibili complici. Poche ore prima un altro attentato era stato condotto a Gerusalemme da due attentatori ritenuti affiliati a Hamas.

09:55
Netanyahu: "Continuiamo la distribuzione di armi ai civili"

Dopo l'attentato a Gerusalemme in cui sono morte tre persone, il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, ha detto che vuole continuare nella distribuzione di armi ai civili perché "è una misura che si è dimostrata valida molte volte nella guerra contro il terrorismo".

09:12
Egitto: consegnati 10 ostaggi israeliani e 4 thailandesi

Dieci ostaggi israeliani e i quattro lavoratori thailandesi che avrebbero dovuto arrivare in Egitto ieri sera dalla Striscia di Gaza, sono stati consegnati questa mattina alla sicurezza egiziana e alla Croce Rossa. Lo riferisce una fonte della sicurezza, precisando che ora verranno trasferiti dal valico di terra di Rafah al valico di Kerem Shalom, quindi, in aereo, in Israele. Il settimo giorno di tregua è già iniziato ed entrambe le parti stanno seguendo i protocolli dei giorni scorsi 

08:42
Morto un ostaggio di 27 anni: era stato rapito al rave 

La famiglia di Ofir Sarfati, rapito il 7 ottobre al rave party nel deserto del Negev, è stata informata che il 27enne portato a Gaza con ferite gravi, è morto. Lo riferisce Ynet. Ofir, studente di ingegneria elettronica, era al festival Nova con la sua ragazza Shovel e altri amici. Per 3 settimane il suo destino era rimasto sconosciuto, poi i parenti avevano saputo del rapimento. Alcuni video mostravano che era stato ferito gravemente ed era stato portato via dai terroristi. Oggi il comune di Kiryat Ata, dove viveva, ne ha annunciato la morte. Al rave party sono stati uccisi circa 364 giovani. 

08:15
Blinken: "La tregua è un successo, vogliamo che continui"

 "Sono rincuorato nel vedere un altro americano incluso tra gli ostaggi liberati a Gaza. La pausa nei combattimenti è stata un successo nel garantire la libertà degli ostaggi e nel fornire aiuti umanitari a Gaza: vogliamo che ciò continui". Così sul social X il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha commentato la liberazione dell'ultimo gruppo di ostaggi dalla Striscia, dicendosi a favore di un'ulteriore estensione del cessate il fuoco.

07:28
Sparatoria a Gerusalemme: salgono a 3 le vittime

Sale a tre il bilancio dei morti della sparatoria avvenuta a una fermata di autobus all'ingresso di Gerusalemme. Sei sono i feriti. Secondo le notizie dei media in lingua ebraica citati da Times of Israel secondo il servizio di soccorso Magen David Adom, due vittime anziane gravemente ferite nell'attacco sono morte in ospedale, oltre a una ragazza dichiarata morta. 

ISRAEL-PALESTINIAN-CONFLICT-SHOOTING
ISRAEL-PALESTINIAN-CONFLICT-SHOOTING
07:21
Ministro della sicurezza di Israele: "Attentato organizzato da Hamas"

L'attentato odierno a Gerusalemme è stato condotto, "a quanto pare", da Hamas. Lo ha affermato il ministro per la sicurezza nazionale Itamar ben Gvir, dopo un primo sopralluogo sul posto. "Attivisti di Hamas hanno organizzato l'attentato. Hamas - ha aggiunto - ci parla a due voci: una è quella delle tregua, l'altra è quella del terrorismo. Noi - ha proseguito - non dobbiamo mostrare alcuna debolezza. Con Hamas dobbiamo dialogare solo attraverso i mirini e mediante la guerra".

07:06
Attentato a Gerusalemme: le vittime israeliane sono 2

Sono due le vittime israeliane rimaste uccise ed altri otto sono stati feriti nell'attentato avvenuto stamattina a Gerusalemme. Lo ha riferito il capo della polizia cittadina, Doron Turgeman. I due attentatori, due palestinesi di Gerusalemme est, sono arrivati in automobile: sono subito scesi impugnando un fucile M-16 ed una pistola ed hanno aperto il fuoco. Turgeman ha aggiunto che sono stati uccisi dall'intervento immediato di due soldati che erano presenti sul posto e di un civile. La polizia resta in massima allerta a Gerusalemme est dove si nota grande fermento dopo la liberazione di detenuti palestinesi nel contesto della tregua con Hamas.

06:30
Gerusalemme, morta una 16enne e 8 feriti

Una sedicenne è morta e altre otto persone sono rimaste ferite nell'attentato a colpi d'arma da fuoco a uno degli accessi a Gerusalemme

06:18
Spari a Gerusalemme: 7 persone ferite

In Israele, sette persone sono rimaste ferite in un attentato a colpi d'arma da fuoco a uno degli accessi a Gerusalemme. Due persone sono in condizioni critiche, uno gravissimo. Secondo la polizia israeliana, erano due i terroristi che hanno aperto il fuoco a una fermata dell'autobus all'ingresso della città. Entrambi sono stati uccisi, scrive il Jerusalem Post. 

Spari a Gerusalemme
Spari a Gerusalemme
06:12
Israele ha ricevuto una nuova lista di ostaggi da liberare

Il governo israeliano ha annunciato stamattina di aver ricevuto una nuova lista di nomi di donne e bambini tenuti in ostaggio nella Striscia di Gaza che saranno rilasciati durante la giornata in cambio di prigionieri palestinesi, in conformità con l'accordo di tregua con il movimento islamista palestinese Hamas.

05:02
La conferma del Qatar: "Proroga di 1 giorno della pausa umanitaria"

Allo scadere della tregua di oggi è arrivata la conferma della proroga. Il Qatar, mediatore chiave dei negoziati di tregua tra Hamas e Israele, ha confermato questa mattina la proroga di un giorno della pausa umanitaria nei combattimenti.  "Le parti palestinese e israeliana hanno raggiunto un accordo per estendere la tregua umanitaria nella Striscia di Gaza per un ulteriore giorno", ha affermato il ministero degli Esteri del Qatar in una nota.  Il ministero ha aggiunto che i negoziati continueranno nella speranza di raggiungere un cessate il fuoco permanente a Gaza.

04:56
Esercito israeliano: "La tregua continuerà"

L'esercito israeliano ha dichiarato stamattina che la tregua con Hamas continuerà "alla luce degli sforzi dei mediatori per portare avanti il processo di rilascio degli ostaggi e nel rispetto dei termini dell'accordo". 

Tregua tra Israele e Hamas prorogata di un giorno
Tregua tra Israele e Hamas prorogata di un giorno
00:10
Rilasciati 30 detenuti palestinesi dopo i 16 ostaggi liberati

Conferma per il rilascio di trenta palestinesi detenuti nelle carceri israeliane. Il rilascio è avvenuto nella notte in conformità con l'accordo di tregua tra Israele e Hamas, ha annunciato l'Autorità carceraria israeliana, e dopo che ieri Hamas ha liberato 16 ostaggi israeliani e stranieri detenuti nella Striscia di Gaza.

23:06
Blinken arrivato in Israele: è la sesta visita dal 7 ottobre

Il segretario di Stato Usa Antony Blinken è arrivato in Israele per la sesta volta dall'attacco di Hamas del 7 ottobre. Blinken intende discutere del prolungamento della tregua tra Israele e Hamas per consentire la liberazione di altri ostaggi e il passaggio di ulteriori aiuti umanitari nella Striscia di Gaza.