Attacco Hamas a Israele, Fiamma Nirenstein sotto i missili: "Nascosta per ore dentro il bunker"

La giornalista fiorentina vive da anni a Gerusalemme. "Innocenti smembrati dalle belve di Hamas".

Roma, 8 ottobre 2023 – Il sibilo dei missili, le esplosioni (in lontananza) e poi le sirene, che hanno smesso di suonare solo nel tardo pomeriggio. Fiamma Nirenstein, giornalista e scrittrice fiorentina che da anni vive a Gerusalemme insieme alla sua famiglia, dopo aver passato quasi dieci ore in un bunker ha potuto far ritorno a casa solo quando l’orologio segnava le 18. Una mattinata e un pomeriggio vissuti con ansia, e la paura che uno dei tanti razzi potesse arrivare fino alla città santa, nel giorno sacro per gli ebrei, quello dello Shabbat.

Fiamma Nirenstein
Fiamma Nirenstein

Fiamma che cosa sta succedendo in Israele? In Italia arrivano notizie frammentarie.

"È un attacco senza precedenti. Non ce lo aspettavamo, è una cosa grossa che crediamo sia sostenuta da altri Paesi come l’Iran. Ci sono gruppi di terroristi in giro che stanno uccidendo centinaia di persone, e non sappiamo ora in che punto di Israele siano. Ci sono stragi che nessuno sta raccontando e che ancora non conoscete ma sulle nostre tv stanno mandando in onda immagini di persone uccise a sangue freddo, smembrate".

Approfondisci:

Israele, come la guerra del Kippur. Servizi spiazzati dal raid. "Peccato di presunzione. Ora il Paese si compatta"

Israele, come la guerra del Kippur. Servizi spiazzati dal raid. "Peccato di presunzione. Ora il Paese si compatta"

Si parla di esecuzioni sommarie soprattutto nei paesi vicini alla Striscia di Gaza. E’ vero?

"Quelle bestie di Hamas stanno andando casa per casa, e al grido ’Allah akbar? (Dio è grande, ndr) ammazzano uomini, donne e bambini senza alcuna pietà. Non solo: hanno rapito non si sa quanta gente, soprattutto centinaia di ragazzi che erano a una festa nel deserto, probabilmente per portarla a Gaza e per poi aprire una trattativa con il governo".

Come state vivendo questi momenti?

"Ovviamente con grande apprensione perché non sappiamo cosa possa ancora accadere, oltretutto ci sono non si sa quanti terroristi ancora liberi".

E ora che cosa succederà?

"Israele è stato assalito e ha il dovere di fermare questi terroristi. Noi vorremmo far pace anche con i Paesi arabi ma Hamas ci ha aggrediti e ora la risposta deve essere inequivocabile. Anche per la nostra sicurezza".