Lunedì 17 Giugno 2024

Egitto, 23enne russo attaccato e ucciso da uno squalo a Hurghada, sul Mar Rosso

La vittima stava nuotando nella località turistica quando ha iniziato a sbracciarsi per chiedere aiuto. I soccorritori non sono arrivati in tempo

L'attacco di uno squalo a un bagnate russo in Egitto

L'attacco di uno squalo a un bagnate russo in Egitto

Il Cairo, 8 giugno 2023 - Un attacco di squalo mortale è avvenuto in Egitto. La vittima è un uomo di origine russa, il 23enne Vladimir Popov, che da anni vive nel Paese. L'aggressione è avvenuta a Hurghada sul mar Rosso, si legge sui i media egiziani e russi.

Il media egiziano Al Masry al Youm ha scritto: "Un attacco di uno squalo nella città turistica di Hurghada questo pomeriggio, improvvisamente e inaspettatamente, ha causato la morte di uno straniero", citando le fonti sanitarie locali.

Il giornale però ha sottolineato che nel tratto di mare dove l'uomo è stato aggredito è vietato nuotare. Testimoni dell'attacco, le persone su una delle barche che ha tentato di salvarlo hanno riferito che il 23enne si è reso conto che l'animale lo stava per azzannare e "ha gridato aiuto durante l'attacco dello squalo, prima che venisse divorato".

Il video dell’aggressione. Attenzione le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità

La morte del cittadino russo è stata confermata dal console generale russo in Egitto, Viktor Voropaev. Il console ha aggiunto che la vittima non era un turista, ma un residente permanente in Egitto. Il console generale ha avvertito i cittadini di fare attenzione nel Mar Rosso. A luglio dello scorso anno, un attacco di squali aveva provocato la morte di due donne nella località turistica di Sahl Hashesh.