Bambino di 2 anni muore di fame accanto al cadavere del padre ucciso da un infarto

Il caso del piccolo Bronson Battersby ha scioccato il Regno Unito. I corpi sono stati ritrovati dagli assistenti sociali

Bimbo muore di stenti accanto al padre deceduto, è shock in Gb (Ansa)

Bimbo muore di stenti accanto al padre deceduto, è shock in Gb (Ansa)

Roma, 18 gennaio 2024 – Il Regno Unito è sotto choc per il caso del piccolo Bronson Battersby, il bimbo inglese di appena due anni morto di stenti accanto al cadavere del padre Kenneth ucciso da un infarto nella loro casa di Skegness, nel nord dell’Inghilterra.

Com’è possibile che nessuno si sia accorto di niente? Che nessuno sia intervenuto? Da questi interrogativi sono nate polemiche sul “mancato intervento della polizia nonostante le richieste fatte dagli assistenti sociali”, come riportano i media locali. Il fatto è avvenuto il 9 gennaio scorso ma se ne sta continuando a parlare in questi giorni per la gravità della vicenda e dopo l'avvio di una inchiesta per fare luce sulle responsabilità delle forze dell'ordine.

Un assistente sociale era andato una prima volta il 2 gennaio nella casa dei Battersby, per vedere il piccolo considerato "vulnerabile” per i problemi familiari aggravati dalla separazione dei genitori, ma nessuno gli aveva risposto. Ha quindi contattato la polizia che però non sarebbe intervenuta. Lo stesso è successo due giorni dopo.

I corpi del padre e del figlio non sono stati trovati fino a quando l'assistente sociale è entrato nell'abitazione con una copia delle chiavi di casa. Secondo la ricostruzione dei media britannici il piccolo è morto di stenti: non si sa esattamente quanto tempo dopo il decesso del padre 60enne avvenuto non prima del 29 dicembre. Mentre la madre del bambino, Sarah Piesse, ha accusato gli assistenti sociali, affermando che Bronson è morto per colpa loro.