Paura per Ashley Park: l’attrice di Emily in Paris in terapia intensiva per un “gravissimo shock settico”

La32enne ha raccontato su Instagram di essere rimasta vittima di un’infezione iniziata con una tonsillite mentre era in vacanza alle Maldive. Le parole di amore verso il fidanzato (e co-star) Paul Forman

Il post su Instagram di Ashley Park
Il post su Instagram di Ashley Park

New York, 20 gennaio 2024 - Ore d’ansia per Ashley Park, l'attrice di Emily in Paris ma anche di Beef e di Mean Girls a Broadway, finita in terapia intensiva a Dubai dopo esser rimasta vittima di una grave infezione mentre era in vacanza alle Maldive con il partner (e co-star) Paul Forman.

E’ stata la stessa 32enne a rivelare su Instagram di aver subito un “gravissimo shock settico”, ma che adesso fortunatamente “il peggio è passato”. L'attrice, che ha la parte di Mindy Chen, l'amica di Emily nella serie di Netflix ambientata a Parigi, ha detto di esser stata trasferita d'urgenza dalle Maldive a Dubai per poter essere curata.

"Mentre ero in vacanza per Capodanno – racconta su Instagram – quella che è iniziata come una tonsillite si è trasformata in uno shock settico critico, che ha infettato e colpito molti dei mie organi”.

Park ha poi ringraziato il compagno per esserle stato al suo fianco in questo momento fatto di “ambulanze, tre ospedali stranieri, una settimana in terapia intensiva, pronto soccorso spaventoso, dolore lancinante e tanta confusione, il tutto mentre eravamo soli dall’altra parte del mondo”.

Accanto alle foto dal letto di ospedale, i ringraziamenti ai medici, agli infermieri e agli amici che l'hanno aiutata ospitando Forman mentre lei era ricoverata.

Ashley da ragazzina è stata otto mesi in ospedale per una leucemia: attribuisce alla malattia la decisione di diventare attrice dopo esser stata portata a Broadway come spettatrice dalla Make a Wish Foundation a vedere show come Lion King e Wicked. Lo shock settico è una grave manifestazione della sepsi: una sindrome potenzialmente letale caratterizzata da un diffuso malfunzionamento di più organi contemporaneamente. I pazienti mostrano segni di confusione e deterioramento neurologico, mentre la pressione sanguigna cala drasticamente. La pelle è inizialmente calda, ma col peggioramento della situazione, gli arti diventano freddi e a macchie. Infine, si arriva all'insufficienza d'organo, con manifestazioni diverse: la sofferenza dei reni porta a produrre poche urine, nel caso dei polmoni c'è difficoltà a respirare.