Venerdì 14 Giugno 2024

Chi era Arman Soldin, il giornalista francese ucciso in Ucraina. Quel post sotto i razzi, “terrore puro”

Aveva 32 anni, è morto sotto i bombardamenti vicino a Bakhmut. I colleghi: “Sempre pronto a lavorare nei posti e nelle situazioni più difficili”. Sono 11 i reporter morti durante la guerra

Kiev, 9 maggio 2023 – Arman  Soldin, 32 anni giornalista francese dell’AFP, è rimasto ucciso in un bombardamento nell’est dell’Ucraina vicino a Bakhmut,Chasiv Yar, a 10 km dalla città martoriata dai mercenari della Wagner.

Arman Soldin, giornalista dell'Afp ucciso in Ucraina, aveva 32 anni
Arman Soldin, giornalista dell'Afp ucciso in Ucraina, aveva 32 anni

Chi era Arman Soldin

"Siamo sconvolti”,scrive su Twitter la stessa agenzia giornalistica francese nel dare la notizia. “Tutti i nostri pensieri vanno alla sua famiglia e ai suoi cari”. 

Nato a Sarajevo, ma di nazionalità francese, Soldin aveva 32 anni e aveva iniziato a lavorare nel 2015 negli uffici di Afp a Roma, prima di trasferirsi a Londra.

Era stato scelto nel team in partenza per l’Ucraina sin dall’inizio del conflitto, il 24 febbraio 2022. Da settembre si era stabilito nel Paese ed era coordinatore del team televisivo, spostandosi in continuazione tra Est e Sud. 

Che cosa sappiamo

Soldin è rimasto vittima di un attacco nel primo pomeriggio, fanno sapere dei giornalisti che lo accompagnavano. Il bombardamento ha avuto luogo verso le 15.30 ora italiana vicino a Chasiv Yar, a pochi chilometri da Bakhmut.

Kiev, 9 maggio 2023 – Arman  Soldin, 32 anni giornalista francese dell’AFP, è rimasto ucciso in un bombardamento nell’est dell’Ucraina vicino a Bakhmut,Chasiv Yar, a 10 km dalla città martoriata dai mercenari della Wagner.

Arman  Soldin, 32 anni giornalista francese dell’AFP, è rimasto ucciso in un bombardamento nell’est dell’Ucraina vicino a Bakhmut,Chasiv Yar, a 10 km dalla città martoriata dai mercenari della Wagner.

Arman Soldin, giornalista dell'Afp ucciso in Ucraina, aveva 32 anni
Arman Soldin, giornalista dell'Afp ucciso in Ucraina, aveva 32 anni

Il team di Afp era in un gruppo di soldati ucraini. Soldin è stato colpito in pieno da uno dei razzi partiti da un lanciatore Grad. Il resto dei suoi accompagnatori sono rimasti illesi. “L’intera agenzia è devastata dalla perdita di Arman”, ha detto il presidente di France Presse Fabrice Fries.

“La sua morte ci mette in guardia dai rischi e dai pericoli che corrono i giornalisti che stanno coprendo la guerra in Ucraina”.

La passione per il giornalismo

Basta scorrere il suo account Twitter per scoprire il grande amore di Arman Soldin per il giornalismo. 

“Il lavoro di Arman inglobava tutto quello che ci rende fieri dei nostri giornalisti in Ucraina”, ha detto il direttore del notiziario Afp Phil Chetwynd in un comunicato. “Era un giornalista pieno di energia, coraggioso ed entusiasta, pronto sempre a lavorare nei posti e nelle situazioni più difficili”, ha aggiunto il direttore della Afp Europa Christine Buhagiar. 

L’ultimo post su Twitter

L’ultimo post risale a un giorno fa, un complimento al reportage di un collega dai Balcani, “non ricordo di aver letto nulla di così ben documentato, un riassunto perfetto degli ultimi 30 anni”, si era entusiasmato.

"Pioggia di razzi e terrore puro”

Il primo maggio Arman Soldin confidava di avere provato “terrore puro” sotto una pioggia di razzi mentre stava documentando la vita dei soldati nelle trincee, “una delle peggiori cose che ho vissuto da quando sono in Ucraina, con i razzi che esplodono a meno di 50 metri di distanza”. E bastava guardare il video che accompagnava quelle parole per capire che quel giorno era stato un miracolo il ritorno a casa.

I giornalisti morti in Ucraina

 Sono in tutto 11 i giornalisti uccisi nel corso della guerra, secondo Reporters sans Frontieres e il Comitato per la protezione dei giornalisti.