Sabato 13 Aprile 2024

Volano i conti del gruppo Ferrero. In un anno 5.000 dipendenti in più

Il fatturato della multinazionale è salito del 20,7% a 17 miliardi di euro. Investimenti totali per 811 milioni

Continua la corsa inarrestabile della Ferrero International con i suoi marchi più noti – da Ferrero Rocher a Kinder e naturalmente la Nutella – il cui fatturato è salito del 20,7% a 17 miliardi. La spinta arriva dalla crescita organica e dalle acquisizioni, in linea con la strategia di guidata dal presidente esecutivo, Giovanni Ferrero, affiancato dal Ceo Lapo Civiletti. Le migliori soddisfazioni arrivano dalla Nutella, la cui produzione a livello mondiale è salita a 500mila tonnellate dalle 400mila di dieci anni fa (+20%), un bel traguardo a due mesi dal compleanno della Nutella, che ad aprile festeggerà i suoi 60 anni. I nuovi numeri arrivano poi in un giorno particolare: nove anni fa, proprio il 14 gennaio, è mancato il fondatore Michele Ferrero, lasciando il testimone alla seconda generazione. Cresce la mappa produttiva con gli stabilimenti produttivi, che salgono a 37 rispetto ai 32 dell’anno precedente. E con la crescita dei fatturati, aumenta anche l’occupazione: la forza lavoro globale è salita da 41.441 a 47.212 persone.

"Siamo lieti di poter di poter raccontare un momento di forte crescita, nonostante le sfide economiche e geopolitiche". Oltre alla crescita dei ricavi, anche la forza lavoro globale è cresciuta di oltre 5.000 persone, a testimonianza della visione a lungo termine", ha affermato Daniel Martinez Carretero, direttore finanza del gruppo Ferrero.

Nonostante l’anno complesso, il gruppo Ferrero è stato in grado di consolidare la propria quota di mercato in tutte le categorie e in tutte le geografie grazie alla resilienza delle sue persone, dei suoi marchi e del suo modello di business. E per seguire la domanda crescente di prodotti Ferrero, il gruppo ha effettuato investimenti totali per 811 milioni di euro, in beni immobili, impianti e macchinari in Italia, Stati Uniti, Germania e Spagna.

Ancora una volta sono anche le acquisizioni a fare ampliare la mappa della multinazionale italiana. Alla fine di gennaio 2023, il gruppo ha completato l’acquisizione di Wells Enterprises, col suo forte portafoglio di marchi iconici, tra cui Blue Bunny, Blue Ribbon Classics, Bomb Pop e Halo Top. L’acquisizione è parte dell’ambiziosa crescita in Nord America e nella categoria del gelato. L’accordo comprendeva anche quattro stabilimenti produttivi statunitensi, situati in Iowa, Nevada e New York. C’è stata anche la finalizzazione dell’acquisizione di Fresystem, azienda italiana a conduzione familiare che produce prodotti da forno surgelati. L’acquisizione rientra nei piani strategici di crescita di Ferrero e segue il lancio dei Nutella Muffins, prodotti da Fresystem già dal 2021.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro