Sammontana e Forno d'Asolo puntano all'estero con Bonomi

Il nuovo gruppo vale 1 miliardo. Famiglia Bagnoli alla guida

Sammontana e Forno d'Asolo puntano all'estero con Bonomi

Sammontana e Forno d'Asolo puntano all'estero con Bonomi

Sammontana e il gruppo Forno d'Asolo si uniscono dando vita a un colosso del surgelato che, sotto la guida della famiglia Bagnoli, punta all'espansione internazionale con il supporto del fondo Investindustrial. Esce invece BC Partner, entrato nel capitale di Forno d'Asolo nel 2018, sotto la cui guida è iniziata l'espansione in nuovi mercati internazionali come Stati Uniti, Germania e Francia e si sono realizzate acquisizioni strategiche come quella di Bindi, marchio iconico nel mercato della pasticceria italiana. FdA nel 2023 ha generato circa 500 milioni di euro di fatturato e oltre 85 milioni di euro di Ebitda, quasi quadruplicando le proprie dimensioni dall'ingresso di BC Partners nel gruppo. Il gruppo risultante dall'unione con Sammontana, sottolinea una nota, avrà un fatturato di quasi 1 miliardo di euro e oltre 2.500 dipendenti. Leonardo Bagnoli, ceo di Sammontana, sarà nominato presidente, Alessandro Angelon, ceo di Forno d'Asolo, diventerà ceo del nuovo gruppo. Marco Bagnoli diventerà presidente di Sammontana Spa.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro