Nel golfo di Aden traffico navi container crollato dell'82%

Analisi Clarkson, ribasso anche per petroliere

Il traffico delle navi portacontainer nel golfo di Adem, la porta di accesso al mar Rosso e al Canale di Suez dove si sono verificati gli attacchi dei ribelli dello Yemen, è crollato dell'82% negli ultimi quattro giorni con oltre 100 imbarcazioni che hanno preso la via del Capo di Buona Speranza. Il calcolo arriva dalla società di ricerca Clarkson citata da Bloomberg, secondo cui in ribasso sono anche i passaggi di petroliere e altre navi. Le grandi compagnie di shipping che hanno annuncito la sospensione della rotta del Mare Rosso o hanno preso comunque una decisione in tal senso, attendono ora l'arrivo della flotta militare guidata dagli Stati Uniti per rendere sicuro il transito. La rotta attorno all'Africa comporta un allungamento dei tempi e del costo dei viaggi oltre a problemi di approvvigionamento, per ora limitati ad alcune realtà imprenditoriali. Per transitare attraverso il Mar Rosso i costi delle polizze assicurative hanno subito un forte rialzo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro