Giovedì 11 Aprile 2024

Nel 2023 -23% per il mercato delle bici, Ancma lancia campagna

'Ora pedala', iniziativa per favorire l'utilizzo delle due ruote

Nel 2023 -23% per il mercato delle bici, Ancma lancia campagna

Nel 2023 -23% per il mercato delle bici, Ancma lancia campagna

Un segno meno a doppia cifra. Il mercato 2023 della bicicletta in Italia incassa un calo del 23% sull'anno precedente, con un totale di bici vendute che supera di poco gli 1,3 milioni di pezzi anche se il confronto con il periodo pre-pandemia rimane più che positivo. È questo il quadro tracciato da Confindustria Ancma, Associazione Ciclo Motociclo Accessori, e presentato a Milano durante la quarta edizione degli Emoving Days. La bicicletta muscolare si ferma a 1.090.000 pezzi venduti, -24%, mentre le e-bike arrestano la loro progressione a 273.000 unità, il 19% in meno sull'anno precedente, anche se il confronto con il 2019 segna un +40%. Dati e tendenze che si ripercuotono positivamente anche sul volume d'affari totale che, malgrado nel 2023 non vada oltre a 2,6 miliardi di euro (erano 3,2 miliardi nel 2022), segna invece un solido +24% sempre nel confronto con il 2019. L'andamento del mercato fa risuonare un campanello d'allarme per il settore, che Ancma ha voluto fronteggiare lanciando una campagna di comunicazione a favore dell'utilizzo della bici. "Ora pedala" è lo slogan scelto per l'iniziativa che avrà una duplice declinazione: una istituzionale e una commerciale per le aziende del settore che, dal 22 marzo al 30 aprile, potranno aderire con sconti e incentivi privati nelle rispettive reti di vendita. Questo "è il tempo di passare dagli incentivi all'acquisto a quelli all'utilizzo. Lo ribadiamo da mesi - ha detto il presidente di Ancma Mariano Roman - e come associazione chiediamo un intervento deciso sulla promozione della cultura della bici". Per quanto riguarda gli indicatori industriali del comparto scende sotto ai 2 milioni di pezzi la produzione italiana: 1.685.000 le biciclette muscolari (-29%) e 290.000 le e-bike (-23%). Positiva la bilancia commerciale del settore, ovvero il conto che registra la differenza tra esportazioni e importazioni, che segna un valore di +21 milioni di euro.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro