Manovra, riduzione risorse enti locali, impatto sulle spese

Le risorse affidate agli enti locali dalla legge di bilancio sono diminuite rispetto agli anni precedenti, con tagli anche ai trasferimenti destinati ai Comuni. L'analisi evidenzia che la maggior parte delle risorse è destinata all'immigrazione e alle infrastrutture, mentre la sicurezza riceve un finanziamento minimo.

Manovra: calano risorse agli enti locali, effetto spending
Manovra: calano risorse agli enti locali, effetto spending
Le risorse assegnate direttamente agli enti locali dalla recente legge di bilancio ammontano a quasi 1,4 miliardi di euro. Questa cifra è già inferiore rispetto alle precedenti manovre finanziarie (circa 1,6 miliardi nel 2023 e 2 miliardi nel 2022), ma scende ulteriormente a circa 1,1 miliardi se si sottraggono i 299 milioni di euro di tagli applicati dalla stessa norma ai trasferimenti destinati a Comuni, città metropolitane e province. Questi dati emergono da un'analisi condotta dal Centro Studi Enti Locali. Secondo quanto evidenziato dall'Anci, dopo sette anni di interruzione, la spending review è ufficialmente tornata ad essere una realtà per i Comuni. Questo cambio di rotta si aggiunge alla sfida rappresentata dall'effetto inflazionistico previsto per i contratti di servizio che scadranno nel corso dell'anno e che sarà difficile rinnovare alle condizioni stabilite prima della crisi energetica. Dall'analisi emerge anche l'ambito in cui sono destinate queste risorse, con quasi tre quarti dell'intera somma destinata all'immigrazione e alle infrastrutture. Ci sono inoltre risorse destinate all'effetto della crisi pandemica, agli enti in difficoltà finanziaria, allo sport e all'istruzione. La sicurezza, invece, riceve solo un finanziamento minimo di 250mila euro, rispetto ai 20 milioni destinati nel 2023 per misure in questo ambito.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro