Venerdì 24 Maggio 2024

Legambiente, la pace edilizia alimenta il mattone illegale

"Salvini ci ripensi, l'abusivismo si combatte con abbattimenti"

Legambiente, la pace edilizia alimenta il mattone illegale

Legambiente, la pace edilizia alimenta il mattone illegale

"L'annuncio di una nuova pace edilizia per sanare piccole difformità edilizie rischia solo di alimentare ancor di un più il business del mattone illegale, in un Paese dove purtroppo si fa fatica ad attuare le ordinanze di demolizione degli immobili abusivi. Il ministro Salvini ci ripensi, perché l'abusivismo si combatte solo accelerando gli abbattimenti delle case abusive e dando più ruoli e responsabilità ai prefetti". Lo scrive il presidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani. "Spiace che il ministro delle infrastrutture Matteo Salvini non abbia interpellato e coinvolto Legambiente, che danni segue il tema della lotta all'abusivismo edilizio - ha proseguito Ciafani -. Una piaga che sfregia ormai da decenni il nostro Paese e che è in crescita, come ricorda l'Istat nel suo ultimo rapporto sul Bes (Benessere equo e sostenibile), stimando in collaborazione con il Cresme un incremento del 9,1%, come non accadeva dal 2004. Ma anche come dimostrano anche i dati delle attività svolte dalle forze dell'ordine contro il ciclo illegale del cemento, raccolti nel Rapporto Ecomafia di Legambiente, con una crescita sempre nel 2022 del 28,7% rispetto al 2021. È questa la vera emergenza da contrastare". Legambiente ricorda che in Italia l'abusivismo edilizio, concentrato soprattutto al sud e lungo le coste, resta una piaga difficile da curare. Secondo l'ultimo report "Abbatti l'abuso" di Legambiente, in Calabria, Campania, Lazio, Puglia e Sicilia si fa fatica a demolire: dal 2004 a dicembre 2022 il numero delle demolizioni eseguite è stato solo del 15,3%. Sono state 3.430 le ordinanze di abbattimento, con una media di 1 ordinanza ogni 310 cittadini. Il mattone illegale spopola nei comuni costieri. Osservate speciali anche le isole minori, dove si registra un abuso ogni 12 abitanti. Una situazione preoccupante quella delle regioni del Sud Italia, che la stessa Istat nel suo ultimo report definisce insostenibile, con 42,1 abitazioni costruite illegalmente ogni 100 realizzate nel rispetto delle regole.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro