Giovedì 18 Aprile 2024

In Trentino Alto Adige prestiti per 43,8 miliardi di euro

In Trentino destinati circa 18,5 miliardi, in Alto Adige 25,3

In Trentino Alto Adige prestiti per 43,8 miliardi di euro

In Trentino Alto Adige prestiti per 43,8 miliardi di euro

Secondo i dati più recenti, riferiti a dicembre 2023, il totale dei prestiti bancari in Trentino Alto Adige è pari a 43,8 miliardi di euro. Le imprese sono state finanziate con oltre 27,5 miliardi di euro e le famiglie con oltre 13,6 miliardi. Lo stato complessivo dell'economia locale e del credito in regione è stato presentato nel corso di una sessione straordinaria congiunta tra la Commissione regionale Abi Bolzano, presieduta da Robert Zampieri, e la Commissione regionale Abi Trento, presieduta da Giorgio Fracalossi, alla presenza del direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini. Le sofferenze lorde si sono attestate a 353 milioni di euro (pari allo 0,8% del totale dei finanziamenti). Superiori a 49,9 miliardi i depositi da parte della clientela, segno - sottolinea una nota - di una costante fiducia dei risparmiatori. Per quanto riguarda il totale dei prestiti all'economia regionale, pari a 43,8 miliardi di euro, a Trento sono stati destinati circa 18,5 miliardi di euro di cui 10,9 miliardi alle imprese e 6,5 alle famiglie. In Trentino le sofferenze lorde si sono attestate a 186 milioni di euro (pari all'1,0% del totale dei finanziamenti). Con circa 21,9 miliardi si conferma considerevole il livello dei depositi. I finanziamenti a Bolzano si sono attestati complessivamente a circa 25,3 miliardi di euro di cui 16,7 alle imprese e oltre 7,1 alle famiglie. In tema di rischiosità, le sofferenze lorde si sono attestate a 167 milioni di euro (pari allo 0,7% del totale dei finanziamenti). Significativo l'ammontare dei depositi con oltre 28 miliardi. Sulla base dei dati più recenti, relativi al 2023, il Fondo di garanzia Pmi ha registrato in Trentino Alto Adige 2.967 operazioni (2.057 a Trento e 910 a Bolzano), attivando oltre 817 milioni di euro di nuovi finanziamenti (446,6 milioni a Trento e 370,8 milioni a Bolzano) con particolare riferimento a coltivazioni agricole e produzioni animali, fabbricazione di prodotti in metallo, costruzione di edifici e lavori di costruzione specializzati, commercio all'ingrosso e al dettaglio, servizi di alloggio, attività dei servizi di ristorazione, trasporto terrestre e mediante condotte.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro