Il franco frena i ricavi Swatch, utili 2023 a 890 milioni

Risultati in crescita ma sotto le attese per il gruppo svizzero

Il franco frena i ricavi Swatch, utili 2023 a 890 milioni

Il franco frena i ricavi Swatch, utili 2023 a 890 milioni

Il produttore svizzero di orologi Swatch ha chiuso il 2023 con vendite per 7,9 miliardi di franchi, in crescita del 5,2% sul 2022 (+12,6% a tassi costanti), e una accelerazione nel quarto trimestre (+8%) che non ha però permesso di eguagliare gli 8 miliardi di ricavi attesi dagli analisti. L'utile dell'esercizio, si legge in una nota, è salito dell'8,1% a 890 milioni di franchi, con utili operativi in crescita del 2,8% a 1,19 miliardi. Swatch, che tra i suoi marchi ha Omega, Longines, Tissot, ha scontato l'effetto ampiamente negativo del franco forte, pari a 554 milioni di franchi o il 7,4% delle vendite, che ha pesato di conseguenza anche sulla redditività, impedendo al gruppo di raggiungere il record di vendite promesso dal suo ceo, Nick Hayek, che un anno fa aveva pronosticato 9 miliardi di franchi di ricavi, in scia alle riaperture in Cina dopo la fine del covid. "Non è stato possibile neutralizzare la rapida erosione delle principali valute nei confronti del franco svizzero con continui aggiustamenti di prezzo", si legge nella nota. Per quanto riguarda il 2024 il gruppo si attende "eccellenti opportunità per un'ulteriore crescita in valute locali nel 2024", con il marchio Harry Winston che "supererà il miliardo di fatturato" e "Swatch e Tissot, così come Longines" che "continueranno a svilupparsi fortemente nei segmenti di prezzo medio-bassi" mentre "Omega beneficerà di una presenza mediatica globale come cronometrista ufficiale dei Giochi Olimpici di Parigi". "I movimenti dei tassi di cambio continueranno a influenzare i risultati del gruppo a causa della sua forte base industriale in Svizzera".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro