Lunedì 20 Maggio 2024

Gentiloni, posta alle Europee è rafforzare Europa o indebolirla

Commissario Ue, "serve potenza tranquilla per pace e sviluppo"

Gentiloni, posta alle Europee è rafforzare Europa o indebolirla

Gentiloni, posta alle Europee è rafforzare Europa o indebolirla

La "posta in gioco" con le prossime elezioni europee non è più tra chi vuole lasciare l'Europa o vuole rimanerci ma: "vincono quelli che vogliono un' Europa più forte in grado di sostenere quei valori di welfare e pace per cui l'Europa è nata e si è rafforzata o vincono quelli che la vogliono indebolire?". Così il commissario europeo per gli Affari economici Paolo Gentiloni, ex presidente del Consiglio, a Pesaro nell'ambito di "Incontri Capitali", un dialogo con il sindaco Matteo Ricci su "L'Europa nel mondo che cambia", moderato dalla giornalista Alessandra Sardoni. "Non è poco - ha aggiunto - perché viviamo in un momento veramente difficile: la mia generazione non si aspettava di assistere un momento così difficile, così pericoloso anche in termini geopolitici e avere una grande potenza tranquilla in un momento come questo sarebbe assolutamente indispensabile. Ma non ci siamo ancora, - ha affermato Gentiloni - perché gli interessi contrapposti dei singoli stati, le illusioni di piccoli e medi stati di poter contare a livello internazionali da soli, sono tutt'altro che superate, e la posta in gioco è molto forte. Spero che tantissimi vadano a votare".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro