Europa debole guarda alla Fed, cosa farà?

L'Europa prosegue fiacca, con i titoli di Stato che registrano una lieve riduzione dei rendimenti. La crescita economica è in calo e l'euro sale a 1,0917 sul dollaro. I principali listini sono sostenuti dall'energia e dalle telecomunicazioni. Spread Btp-Bund a 169 punti, oro in calo a 2.022 dollari l'oncia.

Borsa: l'Europa fiacca guarda alle mosse della Fed

Borsa: l'Europa fiacca guarda alle mosse della Fed

L'Europa prosegue fiacca, guardando ai segnali della Fed sul taglio dei tassi che potrebbe non essere così aggressivo come inizialmente ipotizzato. I titoli di Stato sono poco mossi, con un lieve calo dei rendimenti. Sotto i riflettori l'andamento della crescita economica dopo il calo della fiducia delle imprese tedesche. Sul fronte valutario, l'euro sale a 1,0917 sul dollaro. Poco mosso l'indice Stoxx 600. Parigi e Francoforte registrano una flessione dello 0,4% e dello 0,3%, rispettivamente, mentre Londra e Madrid sono positive, con un aumento dello 0,4% e dello 0,1%. I principali listini sono sostenuti dall'energia (+1%), con il prezzo del petrolio in calo (-0,6% per il Wti e -0,6% per il Brent). Positivo anche il comparto azionario delle telecomunicazioni (+0,4%), mentre si attende un consolidamento del settore dopo l'offerta di Iliad a Vodafone (+6,7%) per la fusione delle attività in Italia. Avanzano anche le banche (+0,3%) e le assicurazioni (+0,2%), mentre le utility sono in flessione (-0,3%), con il prezzo del gas in altalena. Ad Amsterdam, le quotazioni salgono dello 0,8% a 33,5 euro al megawattora. Seduta negativa per il lusso (-1,3%) e le auto (-1,1%). Lo spread tra Btp e Bund scende a 169 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,7%. L'oro, bene rifugio per eccellenza, cede l'1% a 2.022 dollari l'oncia.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro