Euipo, 'capi contraffatti, l'Italia perde 1,7 miliardi all'anno'

Prodotti fake costano 12 miliardi all'industria Ue della moda

Capi d'abbigliamento contraffatti, borse taroccate, occhiali copiati ai grandi marchi. L'Italia perde ogni anno 1,7 miliardi di euro e 19mila posti di lavoro nel settore dell'abbigliamento a causa della vendita di prodotti contraffatti, risultando uno dei Paesi più colpiti dal fenomeno all'interno dell'Ue. E' quanto emerge da uno studio di Euipo, l'ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale, su dati relativi al triennio 2018-2021. Il peso dei prodotti falsi in Europa raggiunge i 16 miliardi di euro all'anno, comportando una perdita di circa 200mila posti di lavoro nelle industrie di abbigliamento, cosmetica e giocattoli dei Ventisette. L'industria della moda è quella maggiormente penalizzata: i mancati ricavi sono stimati in 12 miliardi di euro ogni anno, pari al 5,2% del fatturato del settore in Europa. Anche sul piano dei posti di lavoro persi è la moda a segnare il record negativo: 160mila in meno ogni anno. Le perdite provocate dalla contraffazione nel comparto della cosmetica sono di 3 miliardi di euro (il 4,8% delle vendite totali) con 32mila posti di lavoro in meno all'anno, mentre per i giocattoli sono stimate a un miliardo di euro (l'8,7%) con 3.600 occupati persi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro