Emma Marcegaglia guida Confindustria al B7

Emma Marcegaglia guiderà il B7, un lavoro parallelo a quello dei governi dei sette Paesi del G7. Con Confindustria come padrona di casa, si riuniranno gli sherpa e i chief economist per presentare un documento di proposte alla presidente del G7.

Confindustria pronta al B7, alla guida Emma Marcegaglia
Confindustria pronta al B7, alla guida Emma Marcegaglia

Con la presidenza italiana del G7, dal primo gennaio 2024, si avvierà anche il percorso del B7: il lavoro di confronto e di proposta degli imprenditori dei sette Paesi, parallelo a quello dei sette governi. Con Confindustria 'padrona di casa', a tenerne le fila sarà la past president dell'associazione degli industriali, Emma Marcegaglia. Sarà lei la 'B chair': il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, le ha affidato la guida del B7 dopo l'esperienza del 2021, quando l'industriale dell'acciaio è stata la chair del B20 per il G20 in Italia, con al Governo Mario Draghi. Ed anche dopo l'esperienza internazionale al vertice dell'associazione delle 'confindustrie europee' Business Europe. Nel ruolo di 'B7 chair' Emma Marcegaglia dialogherà direttamente con i vertici delle federazioni industriali dei Paesi del G7, avvalendosi di due organi consultivi di Ceo di alto profilo - uno nazionale e uno internazionale -, oltre che del supporto di Deloitte Italia come knowledge partner del progetto. Tra gennaio e aprile si riuniranno gli sherpa e i chief economist delle federazioni industriali dei 7 Paesi. E' un percorso - verrà lanciato il 6 dicembre in una conferenza stampa a Roma, all'Associazione Stampa Estera - che porterà al B7 Summit, fra la fine di maggio e la metà di giugno. Sarà il momento della sintesi del lavoro fatto, con la presentazione della dichiarazione finale, il documento di analisi e di proposte che gli industriali dei 7 Paesi presenteranno alla premier Giorgia Meloni nella sua veste di presidente del G7.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro