Dalla pizza al carrello d'aereo, la Campania delle eccellenze

A Salerno roadshow di 'Made in Italy, imprenditori si raccontano

Storie imprenditoriali di successo, tutte accomunate da un Dna orgogliosamente italiano (e campano, in particolare). Sono quelle raccontate a Salerno durante la seconda tappa del roadshow 'Tradizione e Innovazione Made in Italy. I protagonisti si raccontano', l'evento pensato da Roberto Santori, founder di 'Made in Italy community', per favorire uno scambio d'idee e aiutare le imprese a creare valore. Uno dei casi raccontati è quello dell'Antica Pizzeria da Michele in the World, realtà che ad oggi può contare 45 locali in tutto il mondo. "Michele, senza saperlo, al suo tempo ha fatto due scelte di marketing importanti", ha raccontato Alessandro Condurro, ceo della storica pizzeria napoletana. "La prima è stata la pizza a ruota di carro, appositamente più grande ma con l'idea di sfamare la popolazione nel periodo ante guerra. E la seconda è stata quella di fare solo due gusti di pizza, la margherita e la marinara". Un po' come fatto anche da Original Marines, marchio di abbigliamento che quest'anno festeggia i 40 anni di attività. "Volevamo realizzare una t-shirt ispirata a quelle indossate dai Marines americani", ha svelato Antonio Di Vincenzo, presidente di Original Marines che, poi, ha anche posto i riflettori sul problema della denatalità. È nato da un'idea della 'tradizione' il progetto MammaPack, start-up co-fondata da Flavio Nappi che consegna cibo (e non solo) in tutto il mondo. "Grazie al digitale abbiamo offerto prodotti italiani al giusto prezzo a chi vive all'estero", ha spiegato Nappi, presentando l'azienda che ha raggiunto la soglia dei 60mila ordini inviati e un fatturato di 2 milioni. Ha fornito 70mila carrelli di atterraggio su misura, invece, la MAgroup, azienda campana che offre tecnologia e servizi per il mercato aeronautico. "Siamo dislocati anche in Brasile, Stati Uniti, Inghilterra e Canada", ha spiegato Pietro Persico, manager di Magnaghi Aeronautica. Vuole essere infine "un ponte tra ricerca e innovazione" la Materias, azienda rappresentata a Salerno dal direttore generale Aniello Cammarata, che ha spiegato come riescono a trasformare le idee di start-up o singoli ricercatori in realtà.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro