Da efficienza energetica risparmio di 3 miliardi nel 2022

Enea, grazie ai bonus edilizia, mobilità e certificati bianchi

Un risparmio record di 3 miliardi di euro nella fattura energetica dell'Italia del 2022 grazie agli interventi di efficienza energetica. Lo ha stimato Enea in relazione alle minori importazioni di petrolio e gas. Questa riduzione ha portato a un risparmio di poco più di 2,5 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) e a un calo delle emissioni di Co2 di circa 6,5 milioni di tonnellate. Un risultato che avvicina l'Italia agli obiettivi della nuova Direttiva sull'Efficienza energetica1. È quanto emerge dal 12/o "Rapporto annuale sull'efficienza energetica" e dal 14/o "Rapporto annuale sulle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti", elaborati dall'Enea e presentati nel corso di un convegno oggi a Roma. Ai positivi risultati rispetto agli obiettivi Ue hanno contribuito le detrazioni fiscali (Ecobonus, Bonus Casa e Superbonus) con un risparmio di 1,363 Mtep (54,3% rispetto ai nuovi risparmi 2022), pari al 98,1% del risparmio atteso secondo le traiettorie fissate dal Pniec2 (la versione aggiornata del piano nazionale energia) per il 2023. A seguire gli incentivi per la mobilità sostenibile, con 0,423 Mtep (16,8%) e i Certificati Bianchi, che hanno coperto il 12,6% del risparmio totale annuo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro