Con crisi Mar Rosso costo container +61%,boom prezzi da Cina

Studio Ispi, aumento dell'88% rispetto alla media 2019 pre-Covid

Con la crisi nel Mar Rosso e i paralleli rallentamenti nel canale di Panama per la siccità, tutte le tariffe mercantili sono al rialzo, proprio quando si stavano smaltendo gli effetti nocivi della pandemia Covid: nella prima settimana di gennaio 2024 l'indice composito di Drewry per i container (World container index) è aumentato del 61%, raggiungendo i 2.670 dollari per i container da 40 piedi, la principale unità di misura del comparto. E' quanto afferma uno studio dell'Ispi. L'incremento è del 25% rispetto alla stessa settimana dell'anno scorso e dell'88% superiore rispetto alle tariffe medie del 2019 (pre-pandemia), sottolinea il report dell'Istituto per gli studi di politica internazionale. Le variazioni sono comunque abbastanza eterogenee. I noli da Shanghai a Rotterdam sono saliti del 115% (da 1.910 dollari, a 3.577 dollari), le tariffe da Shanghai a Genova sono aumentate del 114% (da 2.222 dollari fino a 4.178 dollari), mentre verso Los Angeles si sono 'limitate' al 30%. Le previsioni non sono rosee, con Drewry che ipotizza ulteriori aumenti delle tariffe spot est-ovest nelle prossime settimane "e le compagnie di navigazione che applicano surcharges rilevanti per la dislocazione delle navi e/o per gli aumenti dei costi assicurativi", aggiunge lo studio a cura di Angela Stefania Bergantino dell'Università di Bari.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro