Borsa: Milano scatta (+1,1%) con banche e petroliferi

Corrono Saipem, Mps, Eni, fiacca Cucinelli. Bene Tim

Piazza Affari inizia l'anno lì dove aveva chiuso un 2023 da incorniciare. Il listino milanese, nelle prime contrattazioni, avanza dell'1,1%, con il Ftse Mib che supera i 30.600 punti spinto dagli acquisti sulle banche e sui petroliferi, in scia al rialzo del greggio. Sul listino principale si mettono in luce Saipem (+3%), Mps (+2%), Eni (+1,9%), Bper (+1,8%), Banco Bpm (+1,8%) e Unicredit (+1,8%). Bene anche Leonardo (+1,9%), Prysmian (+1,7%) e Unipol (+1,7%) mentre faticano Brunello Cucinelli (-0,1%) e Campari (+0,2%). Tim riagguanta gli 0,3 euro (+1,3%) sull'ottimismo per il riassetto della rete.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro