Borsa: Milano fiacca con l'Europa attende la Fed, giù Madrid

Male le banche, sul mercato spagnolo pesa Grifols (-25%)

Piazza Affari e le principali Borse europee leggermente negative: l'indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,53% a 30.408 punti, l'Ftse All share in calo dello 0,45% a quota 32.523. Parigi ha invece chiuso la giornata in ribasso dello 0,3%, con Londra, Parigi e Amsterdam negative dello 0,1%. Male Madrid, che ha ceduto l'1,4% sullo scivolone Grifols (-25%) dopo il report di un hedge fund che accusa il gruppo degli emoderivati di occultare il debito reale. A Mosca piatto l'indice Moex in rubli, mentre l'Rtsi in dollari è salito di un punto percentuale e mezzo nonostante il prezzo del gas sia ancora debole: il future sul metano con scadenza a febbraio ha infatti chiuso in calo dell'3% a 30,6 euro al Megawattora, sui minimi dal novembre 2021 già toccati a inizio anno. Forte invece il petrolio, in rialzo di due punti percentuali oltre i 72 dollari al barile. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni si è mosso tranquillo: il differenziale ha concluso la seduta sui mercati telematici a 165 punti base rispetto ai 166 dell'avvio, con il rendimento del prodotto del Tesoro è al 3,84%. Calmo l'euro a 1,09 euro contro il dollaro. Gli operatori sembrano guardare in particolare al prossimo dato sull'inflazione Usa e su quella cinese con attenzione alle banche centrali, in attesa soprattutto del taglio dei tassi della Fed nella prima parte dell'anno. In questo clima, in Piazza Affari molto bene Pirelli cresciuta del 4,3% a 5,2 euro dopo che Marco Tronchetti Provera ha rafforzato la presa. In brusco calo invece Banco Bpm (-4,8%), Bper e Mps, che hanno ceduto oltre tre punti percentuali. Vendite tra le banche anche su Unicredit, in ribasso finale dell'1,6%. Nel settore industriale Saipem ha perso il 2,3% a quota 1,47.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro