Borsa: L'Europa in ordine sparso, guarda alla Fed

A Zurigo giù Novartis, deboli di big dei pneumatici e dei chip

Borsa: L'Europa in ordine sparso, guarda alla Fed

Borsa: L'Europa in ordine sparso, guarda alla Fed

Si muovono in ordine sparso le Borse europee. Londra oscilla intorno alla parità (+0,03%), Francoforte cede un marginale 0,05%, Parigi guadagna lo 0,14% in attesa stasera alle 20 della prima decisione del 2024 della Fed sui tassi che, secondo le previsioni, manterrà invariati. I mercati confidano piuttosto che dalla banca centrale americana arrivi qualche indicazione utile per scommettere se il primo taglio arriverà nel primo trimestre o più avanti. Il dollaro si è rafforzato sulle principali valute mentre i futures su Wall Street sono contrastati con quello sul Nasdaq in calo a seguito dei conti poco entusiasmati di Microsoft, Alphabet e Advanced Micro Devices: insieme ai risultati dello stesso tenore della coreana Samsung contribuiscono ad abbassare l'umore sul comparto tecnologico. Stm a Parigi e a Milano cede lo 0,57% mentre contiene le perdite Asml (0,17%) ad Amsterdam. Sono deboli ma senza scivoloni i produttori di pneumatici sulla scia della Ue che si è mossa per un supposto cartello: a Milano Pirelli -1,56%, a Francoforte Continental -0,82%, a Parigi Michelin -0,52%. Va bene ma senza strappi Santander (+0,77%) a Madrid a seguito dei risultati. DA segnalare c'è piuttosto a Copenhagen Novo Nordisk (+1,23%) supera una capitalizzazione di 500 miliardi di dollari dopo che la società ha detto che ricavi e utili saliranno ancora nel 2'024 per i farmaci antiobesità. A Zurigo pesante invece Novartis (-4%) per una trimestrale al di sotto delle attese nel quarto trimestre per le vendite inferiori alle previsioni del farmaco contro il tumore alla prostrata Pluvicto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro