Borsa: l'Europa in cauto rialzo guarda all'inflazione Usa

Mercati concentrati su mosse Fed e Bce, lo spread resta a 176

Le Borse europee guardato al dato sull'inflazione negli Stati Uniti, atteso nel primo pomeriggio, e viaggiano in cauto rialzo. Dai prezzi al consumo potrebbero arrivare i primi indizi sulle mosse della Fed, chiamata domani a dare i dettagli al mercato sui prossimi passi in termini di politica monetaria. Giovedì sarà poi la volta della Bce e della Bank of England. Nel frattempo, l'indice d'area del Vecchio Continente, lo stoxx 600, è piatto con i tecnologici in evidenza più di altri. Tra le singole Piazze, Milano sale dello 0,42% (Ftse Mib 30.553 punti) con la corsa di Banco Bpm in scia al piano al 2026 che prevede utili per 6 miliardi di cui 4 ai soci. Più caute Parigi (+0,2%) che però ha segnato un nuovo record in termini di punti e Francoforte (+0,1%). Londra sale invece dello 0,5%. Tra i titoli sotto la lente Nokia che viaggia marginale dopo aver tagliato l'obiettivo di margine operativo. Sale di un punto percentuale, invece, Astrazeneca che ha acquistato i vaccini Icosavax per 1,1 miliardi. Lo spread tra Btp e Bund prosegue piatto a 176 punti, così come il rendimento del decennale italiano al 3,97%. In termini di materie prime, lieve rialzo per il petrolio (wti +0,3% a 71,5 dollari, brent +0,25% sopra 76 dollari). Il prezzo del gas è, invece, in altalena pur confermandosi sotto 36 euro al megawattora (-0,7%) Quanto ai cambi, l'euro si apprezza sul dollaro con cui scambia a 1,0782.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro