Borsa: Europa in rialzo, fiducia sui tassi Fed, Milano +0,35%

Future Usa contrastati, calano i rendimenti dei titoli di stato

Prevale la fiducia sui mercati europei dopo la pausa natalizia in vista di un taglio dei tassi della Fed a inizio 2024. La migliore è Londra (+0,6%), seguita da Milano (+0,35%), Parigi, Francoforte e Madrid, in rialzo tutte dello 0,2%. Contrastati i future Usa, in attesa degli indici della Fed di Richmond sulla manifattura e sui servizi e di Dallas sul terziario. Calano i rendimenti dei titoli di stato, con il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi poco mosso a 155,6 punti e la cedola annua italiana in ribasso di 5 punti al 3,47%, mentre quella tedesca scende di 5,7 punti all'1,93%. Si indebolisce il dollaro a 0,9 euro, 0,78 sterline e 91,9 rubli. In calo il greggio (Wti -0,7% a 75 dollari al barile) in vista delle scorte settimanali Usa, mentre sale l'oro (+0,14% a 2.067,59 dollari l'oncia). Sugli scudi il gas (+4,98% a 35,88 euro al MWh), che rimane comunque al di sotto dei 40 euro toccati l'ultima volta lo scorso 4 dicembre. Un rialzo dovuto all'inasprimento del conflitto tra Israele ed Hamas, esteso al Mar Rosso, dove transitano le navi che trasportano il Gnl. In luce l'ingegneria energetica con Saipem (+2,97%) e Subsea 7 (+1,42%), più cauti invece i petroliferi Eni (+0,68%), TotalEnergies (+0,6%), Shell (+0,3%) e Bp (+0,24%). Positivi i tecnologici Fortnox (+1,5%) e Capgemini (+1,22%) insieme ai produttori di semiconduttori Aixtron (+1,73%), Asm (+1,2%) ed Stm (+0,69%). Bene il lusso con Swatch (+0,85%), Cucinelli (+0,8%) e Adidas (+0,65%), poco mossa invece Moncler (+0,3%). In ordine sparso le banche: salgono Barclays (+1,48%), Hsbc (+1,16%) e Natwest (+0,83%), tengono Mps (+0,4%), Intesa (+0,35%) e Unicredit (+0,3%) e cede Banco Bpm (-0,2%). In Piazza Affari sprint di Fincantieri (+1,66%), che ha sottoscritto il contratto d'acquisto di Remazel Engineering.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro