Martedì 16 Aprile 2024

Borsa: Asia in ordine sparso, bene Tokyo (+0,9%) con il miniyen

La divisa giapponese al minimo dal 1990 spinge gli esportatori

Si sono mosse in ordine sparso le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo (+0,9%) spinta dal calo dello yen, che ha toccato il minimo sul dollaro dal 1990. Contrastati i future sull'Europa (in calo) e sui listini Usa (positivi) in attesa della fiducia dei consumatori in Francia e nell'Eurozona. In arrivo anche i verbali dell'ultimo incontro della Banca d'Inghilterra e dagli Usa le richieste di mutui e le scorte settimanali di greggio. Segno meno Shanghai (-1,26%), positiva Taiwan (+0,37%), poco mossa Seul (-0,07%), in rialzo invece Sidney (-0,51%). Ancora aperte Hong Kong (-1,26%), Mumbai (+0,76%) e Singapore (+0,41%). Risale a 129,7 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in calo di 2,4 punti al 3,62% e quello tedesco di 2,5 punti al 2,32%. In rialzo il dollaro a 0,92 euro e 151,71 yen, stabile invece a 0,79 sterline. Cede il greggio (Wti -0,97% a 80,83 dollari al barile), risale il gas (+0,73% a 27,33 euro al MWh), mentre cedono sia l'oro (-0,84% a 2.179 dollari l'oncia) sia l'acciaio ((-1,32% a 3.502 dollari la tonnellata). Sulla piazza di Tokyo in luce i titoli dei grandi esportatori, favoriti dal calo dello yen. In particolare corrono Sanyo (+4,38%), Casio (+2,29%), Sharp (+2,09%), Suzuki (+4,66%), Nissan (+1,86%) e Honda (+0,96%). Cauta Toyota (+0,12%).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro