Venerdì 14 Giugno 2024

Auto elettriche europee a 25mila euro per un mercato sostenibile nel 2025

Le case automobilistiche europee potrebbero produrre veicoli elettrici di piccole dimensioni a 25.000 euro, con profitti al 4%, secondo uno studio di Transport & Environment. Un sondaggio di YouGov indica che l'arrivo di auto elettriche più economiche accelererebbe la diffusione in Europa.

Auto elettriche europee a 25mila euro per un mercato sostenibile nel 2025

Auto elettriche europee a 25mila euro per un mercato sostenibile nel 2025

Le case automobilistiche europee potrebbero essere competitive anche rispetto alla Cina e realizzare profitti producendo veicoli elettrici di piccole dimensioni con un prezzo fissato a 25.000 euro. E' quanto emerge da uno studio di Transport & Environment, l'organizzazione ambientalista europea indipendente, secondo cui il calo dei costi di produzione e delle batterie renderebbe possibile l'elettrificazione del mercato di massa con veicoli del segmento B entro il 2025. Ma in Europa il 51% dell'elettrico è ancora Suv, osserva l'associazione. Lo studio di T&E, basato sull'analisi della società di consulenza Syndex, indica profitti al 4% entro il 2025 con auto elettriche più piccole e meno costose. In questo scenario, si spiega, i costi delle batterie scenderebbero a 100 dollari per kWh, in linea con le previsioni di BloombergNef e di altri enti. Il veicolo di segmento B avrebbe una batteria Lfp (litio, ferro,fosfato) da 40 kWh e un'autonomia di 250-300 chilometri. Carlo Tritto, policy officer di T&E Italia, ha dichiarato che "sondaggio dopo sondaggio è emerso che i prezzi sono una delle principali barriere che impediscono agli automobilisti di passare all'elettrico". Secondo un nuovo sondaggio di YouGov per T&E, l'arrivo di auto elettriche più economiche e piccol ne accelererebbe la diffusione in Europa. Oltre un quarto (27%) dei potenziali acquirenti di nuove auto in Italia intende già comprare un'auto elettrica il prossimo anno. Ma quando viene offerta l'opzione di una piccola auto elettrica da 25mila euro, la percentuale di nuovi acquirenti disposti sale al 38%. In questo scenario si arriverebbe a vendere 136mila veicoli elettrici in più all'anno in Italia, sostituendo con i nuovi veicoli gli inquinanti equivalenti a combustione. Il 51% delle vendite di auto elettriche nel 2022, invece, sono state di Suv con maggiori profitti per i produttori. Secondo T&E, i legislatori devono creare le condizioni affinché le aziende automobilistiche diano priorità alle piccole auto elettriche, che hanno un impatto minore sull'ambiente, sono più accessibili per le famiglie a basso reddito e garantiscono la competitività dell'industria automobilistica europea.