Asia cede a nuova stretta di Pechino su giochi online

I listini asiatici sono in calo mentre i futures europei e statunitensi sono in attesa dell'inflazione USA. Pechino ha annunciato nuove limitazioni sui giochi online. Tokyo è sostenuta dai dati sull'inflazione. Il petrolio ha registrato il maggior rialzo settimanale degli ultimi due mesi.

Borsa: l'Asia cede per nuova stretta di Pechino su giochi online
Borsa: l'Asia cede per nuova stretta di Pechino su giochi online
I listini asiatici presentano una seduta complessivamente negativa, mentre i futures europei e statunitensi sono in calo in attesa dei dati sull'inflazione americana, che potrebbero influenzare la prossima politica sui tassi della Fed. Le Borse, soprattutto cinesi, sono state penalizzate dalle nuove restrizioni annunciate da Pechino sui giochi online, che hanno colpito i principali gruppi dell'area come Tencent e NetEase. A Hong Kong, con gli scambi ancora aperti, l'indice perde l'1,43%, a Shenzhen lo 0,88% e a Shanghai lo 0,14%. In Giappone, invece, i dati sull'inflazione, che stanno rallentando come previsto (+2,5% l'indice dei prezzi al consumo esclusi i cibi freschi), hanno sostenuto Tokyo (+0,09%). Da segnalare, inoltre, che il petrolio sta mettendo a segno il maggiore rialzo settimanale degli ultimi due mesi, grazie a due fattori: le navi che evitano di passare dal Mar Rosso a causa degli attacchi e l'uscita dell'Angola dall'Opec dopo 16 anni, che ha sollevato interrogativi sulla stabilità dell'organizzazione dei paesi produttori di greggio.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro