Acquisizione quote M4, a Milano via libera dal Consiglio

Al Comune il controllo integrale della società

Il Comune di Milano, tramite Atm, acquisirà il controllo integrale della società concessionaria della linea della metropolitana M4. Il via libera del Consiglio comunale è arrivato nella tarda serata di ieri con l'approvazione delle modifiche agli statuti della controllata Atm spa e della partecipata Spv Linea M4 spa., funzionali all'operazione. Con l'approvazione della delibera Atm, controllata al 100% dal Comune di Milano, può perfezionare l'acquisizione del 31% di M4, che ha per missione la costruzione, la manutenzione e la gestione tecnica, amministrativa, economica e finanziaria della nuova linea metropolitana di Milano e l'erogazione del relativo servizio di trasporto pubblico, in concessione dal Comune. L'acquisizione riguarda, come spiega una nota dell'amministrazione, tutte le quote possedute dai soci privati di M4, attualmente compartecipata dal Comune di Milano, che ne detiene il 66,67%, Atm spa con il 2,33%, Webuild Italia spa con il 9,63%, Partecipazioni Italia S.p.A. (Gruppo Webuild) con il 9,63%, Hitachi Rail Sts spa con l'11,29%, Ansaldo Breda spa con lo 0,10%, Mer Mec Ste srl con lo 0,24%, Sirti spa con lo 0,10%. "Gli obiettivi di efficienza e di sostenibilità, sia ambientale sia economica e sociale, di questa amministrazione - afferma l'assessore al Bilancio Emmanuel Conte - trovano espressione nell'operazione che abbiamo approvato. La scelta di rendere pubblica, come lo sono le altre storiche linee metropolitane della città, un'infrastruttura strategica collegata all'aeroporto di Linate, ci mette nella condizione di rispondere ai nuovi bisogni di mobilità di Milano".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro