Venerdì 24 Maggio 2024

Abi, deroghe Superbonus anche per Emilia-Romagna e altri sismi

Estendere sconti e cessione per gli enti del terzo settore

Estendere la deroga su sconto in fattura e cessione dei crediti concessa agli immobili colpiti dai terremoti dell'Abruzzo del 6 aprile 2009 e di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria del 24 agosto 2016 anche "agli immobili danneggiati dagli eventi sismici verificatisi in territori diversi da quelli sopra citati (a mero titolo di esempio, quelli che hanno colpito l'Emilia-Romagna nel corso del 2012)". E' la valutazione a cui l'Abi invita il Parlamento in una memoria sul decreto Superbonus depositata in commissione Finanze del Senato. L'associazione bancaria fa poi riferimento agli enti del Terzo settore, ai quali nel dl viene consentito di esercitare l'opzione per la cessione del credito o lo sconto in fattura esclusivamente per gli interventi il cui titolo edilizio abilitativo sia stato presentato alla data di entrata in vigore del decreto legge. "Si potrebbe consentire a tali enti (in particolare, quelli che svolgono attività di prestazione di servizi socio-sanitari e assistenziali) - scrive l'Abi - di continuare ad esercitare l'opzione in parola anche qualora il titolo edilizio abilitativo non sia stato presentato entro detto termine, definendo eventualmente un limite per le annualità 2024 e 2025. Attraverso la modifica proposta, oltre ad essere assicurata la prosecuzione di progetti socialmente utili, verrebbe tutelato l'affidamento sulla stabilità della normativa nell'ottica di programmazione dell'intervento edilizio". Senza cessione del credito o sconto in fattura, gli enti del terzo settore non potrebbero d'altra parte "proseguire la realizzazione di tali opere socialmente utili, in ragione della natura non commerciale degli stessi che non consente loro di esercitare la detrazione d'imposta nella dichiarazione dei redditi".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro