Spesa online: come ottimizzare gli acquisti

Gli elementi cui prestare attenzione quando si fa la spesa online per evitare di spendere male i propri soldi

Consigli pratici per la spesa online - Crediti iStock Photo

Consigli pratici per la spesa online - Crediti iStock Photo

Roma, 13 dicembre 2023 – Nel corso degli ultimi anni, complice anche il lockdown, sono aumentati gli italiani che preferiscono fare la spesa online. Questa pratica comporta degli evidenti benefici per i consumatori, i quali, con pochi semplici click, possono farsi arrivare a casa tutto quello di cui hanno bisogno, ottenendo, a fronte di una piccola aggiunta sullo scontrino, un evidente risparmio di tempo e maggiore comodità. Ai vantaggi della spesa online, tuttavia, si contrappongono anche dei rischi, o per meglio dire degli aspetti negativi da evitare per non ritrovarsi ad aver acquistato dei beni dei quali non si aveva effettivamente bisogno o che, magari, avevano un costo nettamente più basso per chi faceva la spesa in store.  

Spesa online, attenzione agli acquisti inutili

Il principale rischio quando si fa la spesa online è, come accennato, quello di acquistare dei prodotti dei quali non si ha oggettivamente bisogno. Le regole del digital marketing, infatti, prevedono che ai clienti vengano presentati anche dei prodotti affini a quelli solitamente acquistati, con una profilazione che spesso conduce a scoprire qualcosa di nuovo, ma che può portare anche ad una situazione opposta. Il risultato, in quest’ultimo caso, è che si spenderà di più online rispetto a quanto si sarebbe avvenuto recandosi in store. Da quanto detto si evince che ci sono una serie di buone pratiche che chi fa la spesa online deve seguire alla lettera per ottimizzare i propri acquisti.

Come ottimizzare la spesa online

Per fare una buona spesa online valgono alcuni consigli che già interessavano gli acquisti negli store fisici. Tra questi troviamo: - utilizzare sempre una lista della spesa. Solo in questo modo, infatti, si avrà ben presente quello di cui si ha oggettivamente bisogno e si eviteranno gli acquisti di impulso che andranno a gravare sullo scontrino finale. Questo aspetto assume particolare rilievo soprattutto per le spese online, dove la già citata proliferazione dei clienti porta gli stessi a vedere dei prodotti non necessari che, però, potrebbero rientrare nella loro tipologia di gusti e consumi usuali; - evitare di fare la spesa online, ma anche in negozio, quando si è molto affamati. Si tratta di un vecchio adagio popolare che, però, trova sempre conferma: nel momento in cui si ha lo stomaco vuoto si è infatti più propensi ad acquistare cibo, proprio perché lo si vorrebbe mangiare in quel preciso istante; - prestare attenzione ai prodotti in promozione, prediligendo cioè quelli che sono in sconto o sui quali è stata lanciata un’offerta; - prediligere gli alimenti che hanno una data di scadenza più avanti possibile nel tempo. In tale fattispecie, infatti, si eviterà di dover consumare in tutta fretta un prodotto o, peggio, di non poterlo mangiare perché scaduto pochi giorni dopo l’acquisto.

A questi consigli applicabili sia negli store digitali che fisici dei supermercati, se ne affiancano altri che sono propri della spesa online. Entrando più nello specifico, i consumatori devono prestare attenzione: - a diversificare i canali di acquisto a seconda dei prodotti che si intende acquistare. In tale ottica l’assenza di un contatto diretto con il commerciante gioca un ruolo psicologico importante, venendo meno di fatto il rapporto personale di fiducia che potrebbe instaurarsi con un esercente fisico; - ai costi previsti per la consegna dal supermercato al quale si è scelto di rivolgersi. Se questi sono molto elevati si rischia di far venire meno i benefici della spesa online, facendo propendere la scelta vantaggiosa per gli acquisti negli store fisici; - all’integrità dei prodotti che vengono consegnati. Il consiglio in questo caso è quello di farsi trovare a casa al momento del loro arrivo, così da poter effettuare un check immediato ed evitare di incappare in situazione nelle quali si è pagato un prodotto che non potrà essere consumato perché rovinato; - ai metodi di pagamento, prediligendo sempre il pagamento online con carta di credito o Paypal.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro