Salario minimo di 18 dollari per i rider di New York

Mentre in Italia la Camera boccia il salario minimo in Usa una Corte d’appello dello Stato newyorkese ha respinto il ricorso delle aziende di delivery che si opponevano all’introduzione della soglia minima di stipendio

New York, 5 dicembre 2023 – Una corte d’appello dello Stato di New York ha respinto i ricorsi di Uber, DoorDash e Grubhub contro la nuova legge sul salario minimo per i rider, consentendone l’entrata in vigore. La norma, inedita negli Stati Uniti nel settore, prevede che le app di delivery paghino almeno 17,96 dollari l’ora ai fattorini di New York City, che saliranno a quasi 20 dollari nel 2025. Gli oltre 60mila rider della Grande Mela guadagnano mediamente 11 dollari l’ora, ben al di sotto del salario minimo dello Stato, poiché di solito vengono trattati come lavoratori autonomi piuttosto che come dipendenti.

Un rider nella neve a New York
Un rider nella neve a New York

I critici della legge, da una parte, sostengono che essa non si spinge abbastanza in là per compensare i lavoratori. Le aziende, dall’altra, affermano che così facendo aumenterà il costo del servizio per i clienti. I giganti della consegna a domicilio, infatti, hanno presentato diverse cause separate a luglio, sostenendo che la legge prendeva ingiustamente di mira i loro servizi. Dopo la respinta dell’appello, una portavoce di Uber ha dichiarato che tale decisione eliminerà posti di lavoro, scoraggerà le mance e costringerà i rider ad andare più veloci e ad accettare più consegne. DoorDash ha affermato a sua volta in un comunicato che “la corte ha scelto di ignorare le conseguenze dannose che una legge del genere causerà”.

Le aziende possono soddisfare i nuovi requisiti retributivi attraverso due modelli: pagando una tariffa oraria fissa (che non è molto comune nel settore), o pagando per consegna, a una tariffa di circa 50 centesimi al minuto. Mance escluse. La nuova legge, proposta per la prima volta nel 2021, prevede anche un ulteriore aumento fino a raggiungere (o superare) i 19,96 dollari l’ora nel 2025. “E’ un momento storico per un intero settore privo di tutele”, ha dichiarato al New York Times Ligia Guallpa, direttore esecutivo di Worker’s Justice Project, un gruppo di difesa dei lavoratori. “Avrà un enorme impatto economico positivo sui lavoratori e sulle loro famiglie”, ha aggiunto. Il numero di addetti alle consegne a New York è più che raddoppiato durante la pandemia, passando da circa 25-30mila lavoratori nel 2019 a più di 60mila oggi. Le associazioni di categoria lamentano da tempo il fatto che i rider devono sostenere diverse spese per lavorare, come la manutenzione di bici e scooter o l’acquisto di accessori, che possono arrivare anche a 17mila dollari l’anno.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro