Come risparmiare a Natale: dai regali agli addobbi, i consigli utili

Trascorrere le feste nella maniera meno dispendiosa possibile non è un’utopia

Come risparmiare a Natale

Come risparmiare a Natale

Il periodo delle festività di Natale è senza dubbio uno dei più dispendiosi per le persone, chiamate di fatto a dover spendere le proprie finanze in moltissime attività. Dai regali agli addobbi, passando per le cene e le feste con familiari ed amici. Non a caso, proprio nel mese di Natale, dicembre, i lavoratori dipendenti ricevono l’aggiunta della tredicesima al loro stipendio. Spendere tanto, dunque, è molto facile durante le festività natalizie, anche se con qualche piccolo accorgimento è possibile ottenere un risparmio, senza per questo dover rinunciare alle attività tipiche del periodo.

Come risparmiare a Natale

Per risparmiare soldi a Natale sono molti i fattori di spesa da tenere in considerazione. Il primo è sicuramente quello relativo ai regali per amici e parenti. Non farli sarebbe sicuramente la scelta migliore per il portafoglio, ma molto spesso è impossibile. Si può comunque guardare al risparmio adottando una serie di buone pratiche. La prima è sicuramente quella di muoversi in anticipo, magari sfruttando periodi promozionali precedenti al Natale come il black friday. Occorre dunque essere quanto più lungimiranti possibile, per evitare anche di trovarsi a dover fare i regali tutti nello stesso periodo e, di conseguenza, accusare maggiormente il peso delle spese effettuate. Un altro utile consiglio in tema di risparmio sui regali di Natale è quello di realizzare una lista degli stessi, in modo da poter avere un planning di quali saranno gli oggetti che si intende acquistare e comprendere anticipatamente a quanto corrisponderà la spesa richiesta. Se dal progetto dei regali dovessero emergere costi più alti di quelli sostenibili, si potrà modificare la lista dei doni, in modo da farla quadrare con le proprie disponibilità economiche. Per evitare di spendere tanti soldi con i regali, un’altra buona pratica è quella di prediligere il fai da te, ovvero realizzare con le proprie mani i doni. In questo modo, infatti, a fronte di una spesa minima si potranno fare dei presenti personalizzati e, sicuramente, avvertiti come più sentiti rispetto ad un oggetto o un servizio standardizzato acquistato nei negozi. Utile, in tal senso, è ad esempio mettersi ai fornelli per realizzare dolci o piatti da regalare, oppure confezionare dei pacchi di prodotti scelti in base ai gusti del ricevente. Un ultimo grande consiglio per non spendere troppo per i regali di Natale è quello di riciclare quelli ricevuti che non ci sono piaciuti. In questa che può sembrare una pratica scorretta c’è, in realtà, la possibilità concreta di garantire che quell’oggetto o servizio ricevuto possa essere maggiormente apprezzato da un altro individuo, cui si farà un dono praticamente a costo zero.

Attenzione agli acquisti online

Chi sceglie la modalità digitale per l’acquisto dei propri regali lo fa principalmente per la maggiore comodità, ma anche perché i costi sono, generalmente, più bassi rispetto agli store fisici. Ci sono tuttavia anche qui una serie di fattori da tenere in considerazione per evitare di perdere i vantaggi di prezzo. Un aspetto molto importante è ad esempio rappresentato dai costi di spedizione: pagare un prodotto di meno rispetto ad uno store fisico, ma essere poi costretti a sostenere dei costi di trasporto alti potrebbe condurre il consumatore a spendere di più. Nella scelta dell’acquisto online, infine, è utile guardare al servizio di pagamento previsto dalla piattaforma scelta. Molti e-commerce, infatti, offrono la possibilità di effettuare il pagamento a rate, con tutto ciò che ne consegue in termini di minore impatto sulle spese del mese di Natale.

La spesa delle cene di Natale

A Natale l'usanza vuole che si organizzino delle cene in casa con amici e parenti. Il costo della spesa, specie in un periodo di forte inflazione, non può essere sottovalutato, per cui è meglio prestare attenzione a ciò che si compra. Il primo consiglio per risparmiare è, forse, quello più banale: comprare solo ciò di cui si ha effettivamente bisogno. La tendenza all’abbondanza, infatti, non paga in ottica economica e, soprattutto, porta molto spesso a sprechi di cibo inutile. Fare una lista della spesa dettagliata ponderata in base al menù che si intende realizzare, dunque, porterà a comprare i prodotti alimentari in maniera più accurata. E ancora, a Natale così come in ogni altro periodo dell’anno, è fondamentale al risparmio prestare grande attenzione alle offerte che vengono proposte dai negozi alimentari e dai supermercati, sia negli store fisici che in quelli digitali.

Come addobbare casa a Natale risparmiando

Un altra voce di spesa molto indicativa a Natale per le famiglie è rappresentata dagli addobbi natalizi, sia in termini di acquisto fisico dell’elemento di arredo che di consumi energetici. Luci, stelle e palline luminose, infatti, impattano fortemente sulla bolletta della corrente, con i consumi elettrici che tenderanno a salire ogni volta che si deciderà di accedere le luci dell’albero di Natale o quelle collocate all’esterno della propria abitazione. In tal senso, per evitare spiacevoli conseguenze in bolletta, il consiglio principale è quello di prestare molta attenzione al tipo di luminarie che si decide di acquistare. La predilezione deve essere verso quelle a Led che, a fronte di un costo maggiore di acquisto, garantiscono nel tempo un risparmio sui consumi energetici. Se non si apprezza il Led, un’altra soluzione può essere quella delle luci ad intermittenza in alternativa a quelle fisse che sono decisamente più dispendiose nell’ottica dei consumi. In ogni caso è bene accendere le luci dell'albero di Natale e le luminarie esterne solo nel momento in cui se ne ha il reale bisogno in quanto un albero acceso tutto il giorno scalda sicuramente il clima natalizio, ma rovina quello del momento in cui a casa arriverà la bolletta della corrente. Oltre ai consumi, a gravare sul bilancio delle famiglie è anche la spesa per l’acquisto degli addobbi. Questi oggetti rimarranno in casa per circa un mese, motivo per il quale non è necessario acquistare quelli che costano di più per creare un’atmosfera di festa all’interno della propria abitazione. Il consiglio è dunque quello di capire in anticipo di che cosa si ha bisogno e, come nei casi precedenti, fare una lista incrociata con i costi. E ancora, non è necessario rinnovare sempre gli addobbi di Natale, motivo per cui è possibile riciclare quelli dell’anno precedente con qualche eventuale aggiunta se lo si desidera. Infine può essere utile realizzare degli ornamenti natalizi fai da te. Al risparmio, infatti, si aggiungerà anche il fatto di aver creato con le proprie mani qualcosa di personale ed unico.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro