Sabato 13 Luglio 2024

Consip, Pa pronte per il passaggio al cloud: ecco quando sarà completata

Al via i primi lotti del progetto "Cloud Enabling", che aiuterà le Pubbliche amministrazioni italiane a migrare ai servizi di archiviazione, gestione ed elaborazione dati online

La sede del Consip

La sede del Consip

Roma, 18 giugno 2024 - La Pubblica amministrazione diventa digitale. Consip, la Concessionaria dei servizi informativi pubblici, ha infatti avviato i primi quattro lotti del progetto Cloud Enabling che aiuterà le Pa italiane a passare ai servizi cloud. Il progetto, che rientra all'interno di un piano strategico più vasto, mira a migliorare l’informatica degli enti pubblici secondo il principio “cloud first”. Ecco in cosa consiste e quando sarà completato.

Al via la trasformazione digitale

La società in house del ministero dell'Economia e delle Finanze, responsabile della gestione acquisti della Pa, ha attivato i lotti 1, 2, 3 e 4 dell’Accordo quadro Cloud Enabling. “L’iniziativa - spiega l’Amministratore delegato di Consip, Marco Mizzau - contribuisce a indirizzare uno dei principali ambiti di intervento del Piano Triennale dell’Informatica nella Pa, quello del cloud, rappresentando un riferimento essenziale per le amministrazioni pubbliche nell’attuazione dei processi di trasformazione digitale”. Il modello evolutivo dell’informatica della Pubblica amministrazione, infatti, prevede che i vari enti intraprendano azioni per la trasformazione digitale dei propri servizi a partire dal principio “cloud first” e acquisendo sul mercato questi servizi (solo se qualificati dall’Agenzia per la Cybersicurezza nazionale e pubblicati nel Catalogo dei servizi cloud per la Pa).

Il progetto

Cloud Enabling è un’iniziativa per la pianificazione, definizione ed attuazione della strategia di migrazione al cloud delle pubbliche amministrazioni, inclusi valutazioni, studi di fattibilità e supporto nel monitoraggio dei risultati. Tale progetto si colloca nell’ambito del Piano delle Gare Strategiche Ict, definito da AgID (l’Agenzia per l'Italia Digitale ) e da Dtd (il Dipartimento per la Trasformazione Digitale), in attuazione del Piano Triennale per l’Informatica nella Pa. Il contratto, del valore complessivo di oltre 120 milioni di euro e utilizzabile anche per gli acquisti finalizzati alla realizzazione dei progetti Pnrr, consente alle amministrazioni di usufruire di servizi modulari in funzione del livello e della complessità degli obiettivi di digitalizzazione.

I nuovi servizi cloud

La nuova offerta messa a disposizione da Consip con questi primi lotti, in continuità con l’offerta già disponibile con l’iniziativa “Public Cloud Iaas e Paas”, riguarda i servizi per l’identificazione della strategia di adozione del cloud per le amministrazioni centrali e locali. In particolare, si tratta di assessment e definizione degli applicativi da migrare, valutazione della strategia di migrazione, studio di fattibilità, supporto al monitoraggio e controllo dei risultati.

Quando sarà completata

Al momento sono stati attivati i lotti 1, 2, 3 e 4. Si conta che a partire agosto venga attivato anche il lotto 5. Per quanto riguarda i restanti lotti (dal 6 al 10), Consip fa sapere che l’attivazione avverrà nei prossimi mesi. Una volta attivati anche questi lotti, l’offerta di servizi per la transizione al cloud sarà completata. In particolare, l’offerta con l’attivazione dei lotti 6-10 riguarderà i servizi professionali tecnici per migrare i servizi IT da un modello di erogazione on-premise verso un modello in cloud (disegno della soluzione ed architettura degli ambienti cloud, configurazione degli ambienti e trasferimento dati, definizione policy di sicurezza, monitoraggio degli ambienti e capacity planning, supporto e affiancamento).