Lunedì 15 Aprile 2024

U n mare di lusso. Le barche dei vip prendono forma a Senigallia

LA TIMONE YACHTS è una delle principali aziende italiane nel settore della nautica. Un percorso che parte dall’Adriatico per raggiungere...

U n mare di lusso. Le barche dei vip prendono forma a Senigallia

U n mare di lusso. Le barche dei vip prendono forma a Senigallia

LA TIMONE YACHTS è una delle principali aziende italiane nel settore della nautica. Un percorso che parte dall’Adriatico per raggiungere i mari più battuti nel mondo disegnando l’avventura imprenditoriale di Luigi Gambelli (nella foto in basso), che dal 1984 guida la Timone Yachts e ha saputo costruire un’azienda in costante crescita riferimento nel mondo della nautica di lusso. Insieme al socio Paolo Moresco ha veicolato l’attività non solo in Italia, ma anche nel mercato internazionale, dove sta avendo importanti risultati. La Timone Yachts ha infatti messo in atto una strategia d’attacco investendo all’estero, partecipando ai Saloni più importanti, inserendo all’interno del proprio staff commerciale collaboratori giovani e dinamici altamente qualificati anche nella gestione del potenziale armatore straniero e molto attenti nel perfezionare continuamente il servizio al cliente.

Ed è proprio grazie alle opportunità colte che la società si è trasformata progressivamente da rilevante struttura di manutenzione barche ad autentico punto di riferimento della nautica italiana: dal 1992 è, infatti, delaer di uno dei brand più prestigiosi del comparto, Azimut, nelle aree di Triveneto, Emilia Romagna, Marche e Repubblica di San Marino, quindi per l’Austria e la Germania, grazie alla YachtWerk, newco creata con il coinvolgimento, su iniziativa diretta dello stesso Gambelli, della tedesca Splendid Yachting. Il passo è stato lungo, ma tutt’altro che affrettato: quando nel 1992 Azimut scelse di orientarsi sulla società di Senigallia e ora con sedi anche a Fano, Rimini e Lignano Sabbiadoro, lo fece proprio per l’affidabilità tecnica e la solidità finanziaria ed organizzativa della struttura, su cui andava ad innestarsi lo spirito imprenditoriale ed il fiuto di Gambelli: Timone Yachts è diventata, adesso, leader nella vendita di yachts di lusso, nelle attività di rimessaggio e in quella di reftting.

A questi segmenti produttivi si affianca il Chartering con la Croazia e il segmento consulenza, di fatto vissuta come uno dei principali momenti di svolta per l’azienda, che hanno issato Timone Yachts ai vertici tra le società di vendita, tra le più accreditate in Italia. In trent’anni di carriera, Timone “ha fatto 1000“, ovvero il numero degli yachts venduti ad oggi. Un traguardo che nel dna della società significa una sola cosa: staccare il tagliandino per continuare la propria corsa verso la crescita, anche attraverso la partecipazione ai principali eventi del settore, come il Salone di Cannes, Montecarlo, Genova la Fiera di Dusseldorf .

Crescita cui l’ad Gabelli ha guardato bene anche dopo il 2008, quando a causa della crisi finanziaria internazionale, mutate le necessità, Timone si è riversata sul brokeraggio per l’usato, puntando ancora di più sull’asset export e mantenendosi così in salvo, grazie alle ordinazioni che giungevano da Est, dalla Cina, da Singapore, dalla Turchia e dagli Usa. Il 2020 sta segnando ora un’altra criticità alla quale Timone Yachts sta prendendo le misure, consapevole che la navigazione imprenditoriale induce a raccogliere sfide nuove e complesse, purché ci sia sempre un bagliore all’orizzonte ad illuminare il mare. "Amo rimettermi in gioco – ha detto Luigi Gambelli – consapevole che senza ambizioni non si riesce a crescere e si soffocano le intuizioni. Occorre essere sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo".

Le fiere che si sono concluse di recente hanno confermato la validità della strategia di sviluppo dell’azienda marchigiana. Infatti, ha già riscosso successo a Cannes ed è quindi apparsa sulla scena di ‘Dusseldorf Boot 2024’ dove sono arrivati buoni come quelli ottenuti già in Francia: Azimut Magellano 60 è stata una delle punte di diamante di Timone Yachts al Salone organizzato nella città tedesca e lo ha fatto con tutti gli onori del caso, essendo stata la prima volta che viene presentato nel mercato tedesco e del nord Europa.

Magellano 60 nella vetrina in Germania, dice Luigi Gambelli, alla guida di Timone Yachts Group, è stato uno dei protagonisti della manifestazione, sia perché particolarmente adatta al mercato dell’Adriatico e del Mediterraneo, sia per il suo design nuovo ed elegante, oltre a possedere una motorizzazione che può essere alimentata con carburante biologico, fattore che ne fa ancora di più un’eccellenza per la sua sostenibilità.

"Ottimi riscontri ha avuto a Cannes ed è quello che è accaduto anche in terra tedesca", dice ancora Gambelli. Fondamentale, in questa kermesse, è il ruolo di YachtWerk, brand di Timone Yachts Group quale concessionario Azimut per Austria e Germania, una realtà in crescita che ‘monitora’ quest’area dal 2008 con i suoi uffici a Monaco di Baviera, a Sibenik in Croazia e a Neustadt in Austria. Timone Yacht Group è stato inoltre presente in Germania anche con un’altra delle sue società, Blu Yachts che rappresenta per il mercato dell’est Adriatico due prestigiosi brand, Pardo Yacht ed Arcadia. Nel corso del 2023 l’azienda ha registrato un fatturato di circa 33 milioni di euro ripartiti tra i tre segmenti che sono: Timone Yachts dealer Azimut per il centro nord est Italia (circa 21 milioni); Blu Yachts dealer Pardo per l’area dell’Est Adriatico (circa 2,5 milioni); YachtWerk, dealer Azimut per l’Austria e la Germania (circa 10 milioni).

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro