Domenica 21 Aprile 2024

Trasformare nel pieno rispetto della tradizione. A Fontanellato si lavora al nuovo centro studi

LA PRIMA FILIERA integrata di pomodoro da industria in Italia, terza in Europa e settima nel mondo. Numeri da primato...

Trasformare nel pieno rispetto della tradizione. A Fontanellato si lavora al nuovo centro studi

Trasformare nel pieno rispetto della tradizione. A Fontanellato si lavora al nuovo centro studi

LA PRIMA FILIERA integrata di pomodoro da industria in Italia, terza in Europa e settima nel mondo. Numeri da primato quelli di Gruppo Casalasco dove ricerca e lo sviluppo sono sempre stati centrali in tutte le fasi della filiera, soprattutto perché il Time to Market è uno dei cardini dell’attività, finalizzata a realizzare nuovi prodotti in termini di ricette, caratteristiche degli ingredienti, processi produttivi e packaging, così come a innovare prodotti, ricette o formati già collaudati. In questo contesto, si inserisce l’Innovation Center. Il progetto nasce nel 2020, con l’acquisizione di un immobile a Fontanellato, in provincia di Parma. Sono oltre 600 metri quadrati di terreno. L’Innovation Center sarà un vero e proprio centro di innovazione. La struttura rappresenterà e conterrà il meglio dell’evoluzione tecnologica e della ricerca di Casalasco. Sarò in grado infatti di mettere insieme in un unico centro tutti i responsabili della ricerca e sviluppo dei vari stabilimenti, per favorire la condivisione dei progetti di ricerca, ma anche l’innovazione agronomica, agricoltura 4.0, senza dimenticare gli aspetti di ricerca dedicati all’industria e alla trasformazione. Nelle intenzioni dei dirigenti, però, il centro sarà anche un luogo di convivialità, di incontro, confronto e di crescita, di scambio sociale e culturale per far crescere la cultura agroindustriale del pomodoro, e non solo, oltre a tutto il territorio. Il centro sarà ovviamente sostenibile, ma anche molto innovativo e organizzato in tre aree: sperimentazione, formazione e presentazione. Innovazione e sostenibilità sono certamente le parole del futuro di questo gruppo, che ha radici molto profonde e che ha fatto in questi anni della filiera un punto di forza economico e umano. Il Gruppo Casalasco, infatti, gestisce l’intero ciclo produttivo, dalla coltivazione alla trasformazione, offrendo a partner e consumatori un prodotto finito di qualità controllata e tracciabile fin dalla semina.

Tutto l’iter produttivo è conforme al Disciplinare di Produzione Integrata della Regione Emilia-Romagna, a ulteriore garanzia di qualità. La filiera del Gruppo ha inizio dal campo, attraverso il Consorzio Casalasco e prosegue con la trasformazione e la distribuzione a cura della Società Agricola Casalasco. Il Consorzio Casalasco si impegna a selezionare i semi, identificando le varietà migliori in termini di produttività, sanità della pianta, grado zuccherino, colore e consistenza, ma anche a dare una consulenza agronomica completa ai soci produttori. Per Casalasco è infatti importante preservare la fertilità della terra, attraverso formazione e ricerca costante e assistenza tecnica agli agricoltori. Per questo fra le attività del Gruppo c’è quella di supportare gli agricoltori soci della Cooperativa Casalasco, da sempre gli attori principali della filiera: producono il 100% del pomodoro lavorato da Casalasco, garantendo solidità e continuità all’intera supply chain. Qualità, sicurezza alimentare e filiera integrata ovviamente sono supportate da una solida ricerca e sviluppo, centrali in tutte le fasi. Questo lavoro è frutto della collaborazione integrata di un gruppo multidisciplinare composto da esperti con competenze alimentari, legali e industriali.

Letizia Magnani

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro