Venerdì 14 Giugno 2024

"Non c’è innovazione senza tutela dei dati"

LA TRASFORMAZIONE digitale è un tema indistricabilmente connesso a quello della sicurezza informatica e della protezione dei dati, perché –...

"Non c’è innovazione senza tutela dei dati"

"Non c’è innovazione senza tutela dei dati"

LA TRASFORMAZIONE digitale è un tema indistricabilmente connesso a quello della sicurezza informatica e della protezione dei dati, perché – come osserva Bruno Paneghini – "non c’è innovazione senza tutela". Salvaguardare l’azienda dalle minacce informatiche è parte del percorso di innovazione che ogni impresa deve intraprendere per attivare una strategia resiliente e sicura per la propria attività: si parla infatti di Security by Design. Gli attacchi informatici, infatti, possono procurare gravi danni economici, oltre a danneggiare l’immagine aziendale. Ed è proprio in quest’area di business che Reti ha costruito parte delle proprie competenze per supportare le aziende a riconoscere e valutare i rischi a cui sono esposte quotidianamente, come malware e fenomeni di social engineering, supportandole nella pianificazione e gestione delle proprie infrastrutture con soluzioni affidabili e innovative.

"Individuare i pericoli cyber – dico a Reti – è fondamentale per programmare come allocare la spesa e rendere la propria azienda resistente ad attacchi hacker esterni". Elemento, quest’ultimo, che la società, insieme a Clusit, l’associazione italiana per la sicurezza informatica, ha evidenziato nel proprio osservatorio sul tema della sicurezza informatica per l’area di Como e Varese, da cui tra l’altro è emersa una generale impreparazione delle aziende sull’argomento.

Lo studio, infatti, ha rivelato come solo il 65 per cento delle imprese faccia uso di antivirus in maniera sistematica per proteggere i propri dati; l’altro 35 per cento ricorre a software non omogenei o inclusi negli applicativi più diffusi. Inoltre, solo il 67 per cento delle imprese del territorio dichiara di fare il back up dei dati in forma organizzata e periodica, mentre il restante 33 sostiene di ricorrere al salvataggio dei dati solo in forma saltuaria. Per Reti la sensibilizzazione delle imprese sul tema della cybersecurity è un elemento fondamentale nelle proprie attività di consulenza. Aprire un passaggio di informazioni tra diversi sistemi implica anche un rafforzamento delle barriere di sicurezza che proteggono i flussi informativi dalla fuga di dati o dalla violazione del patrimonio privato di ogni azienda.

S. N.