Venerdì 24 Maggio 2024

Interpump senza confini: "Il segreto?. Investire nella ricerca"

CHI AVESSE COMPRATO un’azione Interpump nel 1996 e l’avesse tenuta fino ad oggi avrebbe visto moltiplicare il valore dell’investimento per...

Interpump senza confini: "Il segreto?. Investire nella ricerca"

Interpump senza confini: "Il segreto?. Investire nella ricerca"

CHI AVESSE COMPRATO un’azione Interpump nel 1996 e l’avesse tenuta fino ad oggi avrebbe visto moltiplicare il valore dell’investimento per 14. Che significa questo: aver acquistato 1000 euro di controvalore di titoli Interpump significa avere oggi in tasca 14mila euro. Sta anche in questo numero la forza e la vitalità di Interpump - oltre 2 miliardi di fatturato, circa 11mila addetti nel mondo, cento acquisizioni di altre imprese dalla nascita ad oggi – azienda della provincia di Reggio Emilia, Sant’Ilario d’Enza, quotata alla Borsa Italiana e leader mondiale nelle pompe a pistoni ad alta e altissima pressione, fondata nel 1977 grazie all’ingegno e all’imprenditorialità di Fulvio Montipò che oggi ne è presidente esecutivo e azionista di maggioranza. Presente con stabilimenti produttivi sia in Italia che all’estero, Interpump realizza sui mercati internazionali circa l’84% del fatturato.

Presidente Montipò, qual è la ricetta di questo successo imprenditoriale?

"Non esiste la ricetta, se ne fossi titolare sarei felice di diffonderla. L’impresa è un risultato complesso, l’impasto del sogno dell’imprenditore, della sua capacità di visione, del suo equilibrio, della sua attitudine di motivare e di guidare la struttura, la sua dedizione, la sua tolleranza, la sua capacità critica e di lettura dei fenomeni. A differenza delle ricette gastronomiche, le componenti che fanno l’impasto non dispongono di unità di misura e questo rende l’avventura difficile quanto fascinosa. Esistono poi aspetti tecnici di strategia che possono caratterizzare il tipo di percorso. Interpump è una società che, salvo equilibrati dividendi, investe quasi tutta la ricchezza che produce per la ricerca, per la crescita e lo sviluppo. Anche grazie a queste strategie il fatturato dalla quotazione (dicembre 1996) si è moltiplicato di 11,2 volte e il titolo si è rivalutato di circa 14 volte".

Cosa produce Interpump?

"Produciamo componenti meccanici fondamentali per svariati settori industriali, dalle macchine agricole alle costruzioni, dal movimento terra alle miniere, dalla logistica ai trasporti, e siamo fra i protagonisti mondiali in tutti i settori in cui operiamo. Per esempio nel comparto delle pompe a pistoni ad altissima pressione ad acqua, un settore mondiale che vale circa 1 miliardo di euro di fatturato nel mondo, abbiamo il 50% del mercato".

E per quel che riguarda il settore oleodinamico?

"Siamo leader mondiale nelle prese di forza, e uno dei principali produttori al mondo di cilindri, distributori/valvole, tubi/raccordi e sistemi per la trasmissione di potenza/riduttori".

Dove produce Interpump?

"Gli insediamenti produttivi sono collocati in Italia, Germania, Usa, Brasile, Cina, India, Russia, Corea del Sud, Australia, Romania, Bulgaria, Spagna e Portogallo".

Qual è stata l’idea chiave del suo successo?

"Ho fondato Interpump Group basandomi sull’intuizione che l’utilizzo dei pistoni in ceramica all’interno delle pompe a pressione per uso professionale avrebbe consentito una maggiore durata, minore usura e conseguente risparmio dei costi. Un’innovazione radicale che è diventata un nuovo standard di riferimento e ha portato l’azienda alla leadership mondiale in pochi anni".

La sua era una famiglia di imprenditori?

"Proprio no. Sono nato a Baiso, provincia di Reggio Emilia, figlio di emigranti, e grazie a contributi e sussidi di merito sono riuscito a terminare gli studi medi e superiori. Ancora da studente universitario, ho iniziato a lavorare in un’azienda metalmeccanica di primaria importanza dove sono diventato in pochi anni direttore generale. Contemporaneamente mi sono laureato in Sociologia all’Università di Trento. E poi il desiderio di indipendenza e di realizzare un sogno, utile anche per la mia comunità, mi hanno spinto a mettermi in proprio: e così è nata Interpump".

Come si è chiuso il 2023?

"Abbiamo realizzato nuovi risultati record: nel 2023 il Gruppo ha realizzato un fatturato pari a 2,24 miliardi, un Ebitda pari a 536,7milioni ed un utile netto pari a 277,5 milioni".

Quali settori privilegiate per gli investimenti?

"La tecnologia e la ricerca".

Come si prospettano i conti per il 2024?

"Negli ultimi tre esercizi la società è cresciuta in maniera spettacolare. Il fatturato è passato da 1.294 a 2240 milioni di euro (+73,1%) e l’Ebitda da 294 a 536,7 milioni di euro (+82,5%). Lo sforzo per adeguare strutture, uomini e organizzazione è stato naturalmente proporzionale. Il 2024 presenta un quadro di complessità internazionale marcato che non mostra ancora segni di rasserenamento. Il nostro obiettivo per l’esercizio in corso è quello di confermare e consolidare nella sostanza i valori espressi nel 2023".

In quali Paesi pensa che Interpump possa crescere di più?

"Nel breve periodo penso che potremo crescere nell’ordine: in Europa, nell’America del Nord e infine nel Far East". .

Fare impresa in Italia è più difficile che farla all’estero?

"Ho sempre sostenuto che Interpump poteva crescere e svilupparsi solo in Italia. Si consideri che l’avventura cominciò da zero con un capitale di 1250 euro (valore di oggi). In Italia esiste una competenza e un patrimonio di sapere diffuso come in nessun altro paese; facile dunque trovare fornitori e conto terzisti capaci, senza bisogno dunque di fare da subito investimenti impossibili. Credo che dobbiamo impegnarci tutti per tutelare e consolidare questo gigantesco patrimonio, più prezioso e più duraturo di una miniera o di un giacimento di petrolio, prezioso perché fonda sulla conoscenza. Per altri aspetti quali la burocrazia, la fiscalità, la giustizia, il clima filosofico-culturale nei confronti dell’impresa, penso ci sia molto da lavorare per rendere il nostro paese più attrattivo per gli investimenti e l’iniziativa imprenditoriale".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro